Italia, fame di cereali

La riduzione complessiva delle esportazioni è dovuta alle minori vendite all’estero di pasta alimentare  Le importazioni di cereali, semi oleosi e farine proteiche nel 2021 sono diminuite di 1,1 milioni di tonnellate (–5,5%) e aumentate in valore di 852,1 milioni di Euro (+15,8%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Complessivamente il valore delle importazioni di cereali in granella aumenta di 248,8 milioni di euro (+9,4%), di cui +158,3 milioni di euro nel grano tenero (+18%) e […]

Leggi di più…

Cresce ancora il biologico italiano

Manteniamo la leadership continentale per numero di azeinde addette e per incidenza sulla superficie agricola totale ma adesso occorre l’approvazione definitiva della legge sul biologico Crescita continua per il biologico nel 2020. La fotografia emerge dai dati internazionali presentati dall’Istituto di ricerca sull’agricoltura biologica FiBL in collaborazione con IFOAM, la Federazione delle associazioni del biologico a livello mondiale. […]

Leggi di più…

Olio, Italia secondo produttore mondiale

Le stime ufficiali parlano di una produzione cresciuta del 15% in un anno anche se siamo lontani dal picco messimo registrato ormai 6 anni fa Dopo il vino, giungono buone notizie anche dal mondo oleario. L’Italia torna sul secondo gradino del podio della produzione olivicola mondiale per la campagna 2021/2022, in base a stime ufficiali diffuse recentemente […]

Leggi di più…

Agricoltura verticale per ridurre i consumi

Migliaia di metri quadrati dedicati alla coltivazione indoor di insalate, erbe aromatiche e microgreens in un distretto che supera i limiti della vertical farming Produrre di più ma usando meno risorse come acqua, suolo ed energia. E anche produrre localmente, riducendo così l’impronta ecologica degli alimenti. Sono gli obiettivi del Future farming district, uno dei primi grandi […]

Leggi di più…

Italia, nord a secco e sud ricco di acqua

Precipationi irregolari ed eventi catastrofici alla base. Climate change in agguato L’Italia vive i disastri del cambiamento climatico. Il fabbisogno di acqua è ancora molto alto ma la sua distribuzione è oggi diversa, assistiamo ad un sud discretamente dotato di oro blu ma privo delle necessarie infrastrutture ed un nord che invece ha sete. La […]

Leggi di più…