Lotta alla fame nel mondo, passo avanti dell’Ifad

L’agenzia per lo sviluppo agricolo mondiale riceve il più significativo finanziamento della sua storia Il Fondo internazionale delle Nazioni Unite per lo sviluppo agricolo (IFAD) potrà investire 3,8 miliardi di dollari nelle zone rurali del mondo. Ciò sarà possibile grazie ad un obiettivo di finanziamento senza precedenti fissato dai governi dei 177 Paesi membri in […]

Leggi di più…

Olio d’oliva, Spagna maggior produttore mondiale

Italia terza, scavalcata dalla Grecia. Ma conserviamo la leadership mondiale per il vino Sapevamo che la Spagna era irraggiungibile. Ma adesso l’Italia perde il secondo gradino del podio nella produzione mondiale di olio extravergine d’oliva. Dietro agli iberici, capaci di produrre 1,6 milioni di tonnellate, troviamo oggi la Grecia che, secondo i dati forniti dalla Commissione Europea, dovrebbe […]

Leggi di più…

Gli italiani in cerca di prodotti tradizionali

Nonostante la consapevolezza del momento difficile, ancora tanti vogliono cibo ottenuto in maniera tradizionale, senza l’ausilio di tecnologie. Gli italiani hanno la percezione di cosa significa qualità nel cibo e nell’agroalimentare in generale. Per il 45% dei nostri connazionali, infatti, il cibo che viene da aziende “tradizionali” viene percepito – a prescindere dall’effettivo consumo – come di […]

Leggi di più…

Spreco Zero, la campagna in favore della frutta non bella

Nella giornata della prevenzione contro lo spreco alimentare occorre anche ricordare che la frutta con caratteristiche estetiche non ottimali finisce perduta Più di un quinto della frutta e verdura destinati alle nostre tavole rimane sui campi perché non soddisfa determinati canoni estetici. In gran parte perché’ il prodotto non abbastanza ‘perfetto‘ o addirittura ‘bello‘, come se […]

Leggi di più…

La strana stagione del kiwi italiano

Riscontriamo un momento difficile per quello a pasta verde mentre la varietà a pasta gialla va molto meglio. Cresce la concorrenza. La stagione del kiwi non sta riservando le gioie cui aveva abituato i produttori nel recente passato. Le cause erano in qualche modo attese; domanda inferiore alle aspettative, prezzi comunque sostenuti, conservabilità buona. Il trend è […]

Leggi di più…