Una ricerca dimostra la richiesta dei consumatori, in favore di negozi e iper che diano valore alla sostenibilità rimanendo competitivi

L’Italia raccoglie le sfide del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che spaziano da digitalizzazione a sostenibilità e nel mentre i cittadini evidenziano con chiarezza come questi temi dovrebbero concretizzarsi nel settore della grande distribuzione.

Emerge con forza da una ricerca di ShopFully, tech company italiana che connette 30 milioni di consumatori online con 250 mila negozi fisici. Ben 6 italiani su 10 dichiarano di prediligere per i loro acquisti negozi che siano attivamente impegnati verso la sostenibilità ambientale.

La volontà di una Distribuzione ancora più compatibile con l’ambiente è davvero forte per gli italiani, tanto che il 74% dei partecipanti all’indagine si dice disposto ad affrontare una spesa maggiore per prodotti frutto di scelte realmente sostenibili. Ma quali sono le principali azioni che gli intervistati identificano per progredire nel campo della sostenibilità? Per il 68% dei rispondenti, la riduzione degli sprechi nel punto vendita attraverso l’adozione di packaging sostenibili e sacchetti riutilizzabili; il 48% individua come preferibile la riduzione dell’utilizzo di carta, in primo luogo per i volantini promozionali. Fra le altre azioni che gli italiani reputano importanti, spiccano la selezione di prodotti da una filiera corta/sostenibile, per il 42%, e l’efficientamento energetico del punto vendita, per il 36%.

Anche la Grande Distribuzione dunque è coinvolta nel processo di digitalizzazione e sostenibilità che sta coinvolgendo tutto il Paese, spinta dalle chiare richieste dei consumatori, che sono sempre più attenti a queste dinamiche. Digitale e attenzione all’ambiente sono concetti connessi tra loro, in quanto la tecnologia permette di ottenere performance migliori e al contempo ridurre gli sprechi. La combinazione di questi fattori sarà assolutamente centrale nel mondo post pandemia, come testimonia il forte aumento della richiesta da parte dei retailer che supportiamo di passare dalla carta al digitale nel comunicare le loro offerte.

A ulteriore conferma di come gli italiani siano sempre più favorevoli ad un connubio tra digitalizzazione e sostenibilità, quasi 9 italiani su 10 si dichiarano favorevoli alla decisione delle catene che, nel corso della pandemia, hanno ridotto o addirittura eliminato l’utilizzo del volantino cartaceo.


Pubblicato il