Enoturismo, la strada del GranMonferrato

A breve l’Italia potrà vantare un altro itinerario unico al mondo, capace di unire le eccellenze del Paese; vino, patrimonio artistico ed ambientale, cultura, cibo.

Presentato ufficialmente ad Acqui Terme il progetto per realizzare la Strada del Vino GranMonferrato, itinerario composto da notevole eterogeneità paesaggistica e da un numero considerevole di Comuni, che la rende la più ampia strada del vino italiana.

Il progetto prende le mosse dalla volontà dei Comuni di Acqui Terme, Casale Monferrato e Ovada, in collaborazione con la Camera di Commercio Alessandria-Asti, di realizzare uno strumento attraverso il quale i territori a vocazione vinicola e le relative produzioni possano essere presentati sotto forma di offerta turistica.

La Strada del Vino GranMonferrato toccherà diverse aree: l’acquese, il casalese e l’ovadese, lungo un itinerario di 670 km che collega 109 comuni, toccando oltre 20 varietà di vini tra Docg e Doc. Un territorio ricco di eccellenze enologiche, specialità gastronomiche, attrattive naturalistiche, culturali e storiche particolarmente significative, alle quali si aggiunge un’ampia offerta turistica.

La Strada del Vino GranMonferrato è suddivisa in quattro grandi sezioni: la strada del Grignolino (da Casale Monferrato a Cuccaro Monferrato), la strada dei Fiumi del Vino (da Fubine a Sezzadio), la strada degli Aromatici (da Castelnuovo Bormida a Morbello), la strada del Dolcetto (da Cassinelle a Bosio).

A questa grande varietà di elementi si affianca un’ampia scelta di prodotti enogastronomici. Sarà possibile, attraversando questo itinerario, degustare oltre 20 varietà di vini d’eccellenza, che caratterizzano territori dotati di una solida tradizione gastronomica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *