Secondo Eurostat, la Spagna ha pescato il 22% del totale: nel Mediterraneo svetta l’Italia con il 36% delle catture nell’area

Le flotte di pescherecci dell’Ue hanno pescato 3,4 milioni di tonnellate di pesce nel 2022. Secondo Eurostat tante sono le catture totali di peso vivo provenienti dalle sette aree marine coperte dalle statistiche dell’Ue. In cima alla graduatoria, la flotta peschereccia spagnola che ha superato un quinto di tutte le catture dell’Ue, prendendo il 22% del totale, pari a 752.000 tonnellate. Al secondo posto la flotta della Francia, con il 15% pari a 517.000 tonnellate e, terza, la Danimarca col 13% a 459.000 tonnellate.

Circa il 70% delle catture totali dell’Ue è stato effettuato nell’area atlantica e nordorientale: in quest’area ha dominato la Danimarca che ha pescato circa un quinto, cioè il 19%, delle catture totali in peso vivo: dietro, nell’area c’è la Francia (17%), i Paesi Bassi (11%) e la Spagna (11%). Le specie principali catturate nell’area sono stati i pesci piccoli come le aringhe che hanno rappresentato il 19% del peso vivo in questa regione, seguita dello spratto (14%), dal melù (11%) e dallo sgombro (10%). 

Un decimo delle catture totali dell’Ue è stato effettuato, invece, nel Mediterraneo e nel Mar Nero: in quest’area è stata la flotta italiana a prevalere sulle altre realizzando il 36% delle catture, mentre la Grecia (19%), la Croazia (18%) e la Spagna (17%) hanno rappresentato la maggior parte del resto. Le principali specie catturate nell’area sono state le sardine (22% delle catture dell’U nella zona) e le acciughe (18%). 

Nell’area atlantica centro-orientale, dove è stato pescato circa il 7% delle catture totali dell’Ue, le principali catture sono state quelle di sgombro e tonno albacora. Tra i paesi dell’Ue, la Spagna (37%), la Lettonia (circa 16%), la Lituania (circa 15%) e i Paesi Bassi (circa 12%) hanno rappresentato la maggior parte delle catture nella zona.

Solo il 6% delle catture totali dell’Ue è stato effettuato nelle tre zone marine rimanenti dove le principali specie catturate sono state il nasello (Atlantico, area sud-occidentale), la verdesca e il tonnetto striato (Atlantico, area sud-orientale) e lo scorfano, l’ippoglosso e il merluzzo (Atlantico, area nord-occidentale).