Carlo Petrini, alla guida da dieci anni della sezione Cinema Culinario del Festival di Berlino, e’ stato premiato con una ‘Kamera’ della Berlinale in occasione del decimo anniversario

Assieme a lui e’ stata premiata anche Alice Water, la cuoca star americana titolare del leggendario ristorante Chez Panisse a Berkeley, che affianca Petrini dell’iniziativa gastronomica del Festival. I premi sono stati consegnati dallo stesso presidente della Berlinale, Dieter Kosslick, che ha anche tenuto la laudatio.

All’inizio “avevo capito che Carlo fosse in Italia la seconda persona più importante dopo il Papa, nel frattempo – ha scherzato Kosslick – ho realizzato che e’ la più importante”. Petrini ha ringraziato dicendo di “essere molto felice di essere stato premiato da una delle persone più simpatiche del mondo”.

Quando abbiamo cominciato la sezione culinaria al Festival dieci anni fa, ha raccontato, “la gastronomia era una cosa ludica, la buona cucina, poi, anno dopo anno, si e’ capita la sua vera natura di scienza olistica, multidisciplinare, fatta non solo di ricette degli chef ma anche dai contadini, gli allevatori, da chi cura il paesaggio, antropologia”. Attraverso la gastronomia “si fa anche politica, si coltivano i rapporti fra gli stati e le persone”, ha detto tributando il dovuto riconoscimento a tutte le fasi della produzione del cibo.


Andrea