Il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina chiede ufficialmente una relazione urgente su Agea e quest'ultima risponde che è pronta a fare chiarezza perché “un’Agea infangata non fa bene né al ministero, né ad Agea stessa e tantomeno agli agricoltori”.

Il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina chiede ufficialmente una relazione urgente su Agea e quest'ultima risponde che è pronta a fare chiarezza perché “un’Agea infangata non fa bene né al ministero, né ad Agea stessa e tantomeno agli agricoltori”.

Così, a meno di un mese dall’insediamento, il neominsitro si trova a dover scoperchiare uno dei calderoni più chiacchierati del sistema agricolo nazionale. A lanciare il sasso nello stagno un articolo pubblicato da La Repubblica ieri, pezzo che ha evidenziato supposte clientele, sprechi e malfunzionamenti che nuocciono certamente ai produttori agricoli ed al sistema -Paese

Il Ministro Martina ha chiesto al Commissario di Agea una risposta urgente con particolare riferimento alle modalità e al grado di efficacia con cui si è provveduto alla gestione del Sian e alle motivazioni che avrebbero condotto all’aumento “della provvigione di altri 90 milioni di euro per il triennio 2014-2016”. Di conseguenza, fanno sapere da via XX settembre, sarà posta in essere ogni iniziativa utile a garantire il rigoroso rispetto delle leggi.


Andrea