Beta version

Barilla compra il grano italiano

22/02/2017 | Agricoltura
Siglato l'accordo valido fino al raccolto 2019

Barilla, gruppo leader mondiale nell’alimentare, investe 62 milioni di euro per l'acquisto di 33mila tonnellate per il grano, circa il 30% in più rispetto ai volumi del 2016. Il tutto è stato sottoscritto con i nuovi contratti che hanno una validità di tre anni, tra il 2017 e il 2019. e si tratta di grano italiano.

Previste forniture di grano Aureo per 130mila tonnellate, di Svevo per 80mila tonnellate. Sono 65mila le aziende agricole che saranno legate al gruppo Barilla per le prossime tre forniture, a partire da giugno prossimo. Il bacino più grande e' in Puglia, poi ci sono quelli di Campania, Molise, Marche, Abruzzo, Emilia Romagna, Veneto, Lombardia e Piemonte.

Il prezzo di acquisto bloccato fino al 2019 e' di 308 euro a tonnellata. In Campania i maggiori fornitori si trovano nelle province di Avellino e Benevento, mentre nello stabilimento di Marcianise della Voiello vengono lavorati 95mila tonnellate all'anno di pasta, su dieci linee produttive che sfornano prodotti a marchio Barilla, Voiello e Accademia Barilla.

L'anno prossimo lo stabilimento compirà 50 anni di attività, confermandosi struttura di punta del gruppo parmense, che ha raddoppiato negli ultimi tre anni gli investimenti, portando i 3,6 milioni di euro del 2013 ai 6,8 milioni di euro.