Gli italiani e gli ospiti a tavola, vince sempre il primo piatto

Il 55% dichiara di sentirsi in difficoltà a preparare un piatto a base di pesce. Seguono i dolci che, per il 16% delle persone, sono insidiosi, e la carne (15%) che può nascondere delle difficoltà

In Italia mangiare è sempre sinonimo di socialità, a tutte le ore. E quando capita l’invitato imprevisto o la tavola si allunga, niente panico. Ci sarà sempre una pasta a salvare la situazione. L’importante è stare insieme, no?

Bonduelle (operante nel mercato della IV Gamma), ha condotto un’indagine sulle abitudini degli italiani in cucina quando hanno ospiti a pranzo o a cena. Su un campione di 2.700 persone rappresentative della popolazione italiana, è emerso che gli italiani amano avere ospiti a casa e intrattenerli a tavola: la compagnia è sempre apprezzata, a tutte le ore. Ben il 30% degli italiani riceve degli ospiti ogni settimana oppure invita persone a casa nelle occasioni speciali, come compleanni e feste (34%). Gli ospiti più frequenti sono i parenti, nel 61% dei casi, seguiti dagli amici (37%).

Cosa si offre agli ospiti? Nella maggior parte dei casi, un buon primo piatto può accontentare e saziare tutti: il 53% degli italiani prepara un primo, spesso una pasta o un risotto, mentre il 24% preferisce offrire un secondo. In pochi si cimentano in dolci fatti in casa (15%) o offrono un semplice aperitivo (9%).

Se invece l’ospite non era atteso e si presenta quando il frigorifero è vuoto, un aperitivo con quello che si ha in casa diventa l’opzione migliore (29%). In alternativa, la visita improvvisa diventa una buona scusa per ordinare da mangiare e farsi consegnare tutto a casa (12%).

Dover cucinare per gli altri può mettere in difficoltà chiunque, eppure il 57% degli italiani sfrutta proprio la presenza di ospiti per sperimentare nuove ricette, utilizzare ingredienti diversi dal solito, e sorprendere gli invitati. Il 43% delle persone si sente invece più tranquillo con ricette già provate, per lo più perché non è abbastanza organizzato per provare nuovi piatti (46%), ha poco tempo (22%) o semplicemente è poco ispirato (22%).

L’ospite più temuto dagli italiani

Fra gli ospiti più temuti ci sono sicuramente le persone che non si conoscono bene e con cui si mangia per la prima volta (42,5%). Anche fra i familiari più conosciuti, però, si può nascondere un parente dai gusti difficili da accontentare (37%) e magari pronto a criticare. Un po’ di preoccupazione anche per chi si aggiunge last minute (18%) scombinando ogni piano, o per quell’amico food blogger (9%), che vuole sperimentare gli ultimi trend e vuole scattare una foto prima di assaggiare.  

Fra le diete più temute, c’è quella vegana: per il 43% degli italiani basta un ospite vegano per entrare in difficoltà e farsi venire dubbi ai fornelli. I vegetariani invece, mettono in crisi solo il 9% degli italiani grazie a una maggiore propensione alla dieta a base vegetale. Sembra anzi più complicato gestire chi le verdure non le ama affatto (22%).

Cosa mette in difficoltà gli italiani in cucina?

Il pesce è il cibo considerato più complesso: ben il 55% degli italiani dichiara di sentirsi in difficoltà a preparare un piatto a base di pesce.  Seguono i dolci che, per il 16% delle persone, sono insidiosi, e la carne (15%) che può nascondere delle difficoltà. Verdure, pasta e risotti sono invece ritenuti piatti sicuri a cui affidarsi, senza grandi possibilità di sbagliare.

Fra gli errori più comuni ai fornelli, invece, c’è il dosaggio del sale (44% dei casi), perché a tutti è capitato almeno una volta di metterne troppo, o troppo poco. Complessa da gestire è anche la cottura del cibo (30%) che non deve essere stracotto, ma nemmeno mezzo crudo. Qualche scivolone a tavola anche con il vino che, il 20% delle volte, non si abbina al meglio alle pietanze servite ai propri ospiti. 

L’ingrediente fondamentale per la cena perfetta

Per un italiano su tre la cosa più importante è una bella e piacevole conversazione fra tutti gli ospiti, fondamentale quanto accontentare i gusti di tutti a tavola (32%). Quando c’è condivisione e convivialità, piatti cucinati alla perfezione (23%) e una tavola ben apparecchiata (10%) passano in secondo piano.

Qualche momento di imbarazzo a volte può capitare: rovesciare un bicchiere di acqua o di vino addosso a un ospite è una delle situazioni che crea maggiore imbarazzo (34%), ma anche avere persone che usano il telefono a tavola (31%), oppure dire qualcosa di sbagliato facendo una sonora gaffe davanti agli invitati (20%).  

Gli abbinamenti vincenti in cucina

Secondo il 39% degli italiani, abbinare ingredienti e cibi fra loro è l’aspetto più difficile a cui pensare quando si hanno ospiti. Bilanciare le quantità per tutti (30%) e realizzare un menu equilibrato (25%) sono altre fonti di preoccupazione in cucina.

Una volta scelto l’ingrediente principale, l’insalata è uno dei contorni più utilizzati in abbinamento. Per metà degli italiani (48%) l’abbinamento migliore è quello fra carne e insalata. Quest’ultima è spesso utilizzata anche come base per un’insalatona mista con altre verdure (27%) o viene servita come contorno insieme al pesce (15%).

Secondo l’indagine, le insalate in busta sono le verdure pronte più utilizzate dagli italiani in cucina (34%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.