Zucchero, riprende la produzione a San Quirico

Eridania – Sadam riprende la raccolta di offerte di coltivazione per la campagna bieticolo – saccarifera 2017/2018.  La sospensione per la campagna 2016 è stata dovuta per le pesanti perdite economiche nel biennio 2014/2015.

Eridania – Sadam riprende la raccolta di offerte di coltivazione per la campagna bieticolo – saccarifera 2017/2018.  La sospensione per la campagna 2016 è stata dovuta per le pesanti perdite economiche nel biennio 2014/2015.  Sadam precisa che “la conservazione dell’intero apparato tecnico-impiantistico e organizzativo, relativo alla trasformazione dello zucchero presente nell’impianto di San Quirico (Parma)  è stata garantita in modo da consentire un’eventuale ripresa dell’attività”.

Oggi, grazie alla ripresa del prezzo dello zucchero e agli ulteriori efficientamenti apportati, la società saccarifera ha quindi deciso, pur in un contesto difficile, di sottoscrivere offerte di coltivazione in un raggio massimo di 90 km dallo zuccherificio di San Quirico, cioè in un’aerea comprendente il tradizionale bacino dello stabilimento parmense: le province di Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Modena, Cremona e Mantova. Il prezzo proposto nella campagna saccarifera sarà sicuramente superiore a quello del 2015 (ultimo anno di coltivazione per San Quirico) e a quello proposto per il 2016. 

Il Gruppo Industriale Maccaferri, parallelamente, continua nell’attività di studio per lo sviluppo dello stabilimento di San Quirico in una bio-raffineria, affiancando progetti nell’ambito della chimica verde, in particolare nella produzione di bio-plastiche da glicerolo e nella produzione di acido levulinico da sughi zuccherini, sempre da barbabietola. A tal fine la ripresa delle attività dello stabilimento ha anche l’obiettivo di mantenere viva la produzione di barbabietola nel bacino storico dello stabilimento.