Zucchero, l’Italia perde Eridania

Eridania, storico marchio italiano dello zucchero nato nel 1899, cambia bandiera. I soci del gruppo Maccaferri hanno venduto la propria quota ai francesi di Cristal Union, che dal 2010 ad oggi possedevano una partecipazione paritetica. 

Eridania, storico marchio italiano dello zucchero nato nel 1899, cambia bandiera. I soci del gruppo Maccaferri hanno venduto la propria quota ai francesi di Cristal Union, che dal 2010 ad oggi possedevano una partecipazione paritetica. 

Si tratta di «una scelta non facile – si legge in una nota Eridania – ma giustificata dall'evoluzione della normativa UE che, con la piena liberalizzazione del mercato dello zucchero, consentirà un'espansione della produzione da parte delle imprese saccarifere operanti nell'Europa continentale, a scapito dei Paesi, quale l'Italia, caratterizzati da condizioni meno competitive». Già quest’anno Eridania, che gestisce lo zuccherificio di S.Quirico (Parma), aveva deciso di non dar corso alla campagna produttiva. 

L’operazione, secondo quanto affermato da Maccaferri, è volta «a uscire dal settore commodity, per concentrarsi sullo sviluppo di prodotti innovativi e a maggior valore aggiunto. In tale contesto si inquadrano anche i progetti in fase di sviluppo presso il sito industriale di San Quirico, indirizzati a produzioni innovative nel settore della chimica verde, con l'obiettivo di valorizzare filiere agricole no-food».

photo credit to parma.repubblica.it