Violenza donne. Rauti: legge finalmente garantisce vittime

"Il dl sul femminicidio varato dal governo il 14 agosto, e ora finalmente approvato alle Camere, segna un importante discrimine tra il prima e il dopo. La legge ora garantisce le donne vittime di violenza, puntando anche al recupero del violento e del maltrattante, ma soprattutto individua delle risorse economiche per l'anno 2013-2014 e 2015 per finanziare e sostenere il piano nazionale antiviolenza.

"Il dl sul femminicidio varato dal governo il 14 agosto, e ora finalmente approvato alle Camere, segna un importante discrimine tra il prima e il dopo. La legge ora garantisce le donne vittime di violenza, puntando anche al recupero del violento e del maltrattante, ma soprattutto individua delle risorse economiche per l'anno 2013-2014 e 2015 per finanziare e sostenere il piano nazionale antiviolenza. Nonche', fornisce strumenti nuovi di garanzia e tutela sia a livello processuale sia a livello di prevenzione e contrasto al fenomeno delle violenze".

Lo ha detto Isabella Rauti, consigliere del Viminale per le politiche di contrasto della violenza di genere e del femminicidio, intervistata dalla Dire a margine del IV congresso Great Network, che si e' svolto presso la Scuola Superiore di Polizia. "Dunque- ha proseguito Rauti- finalmente strumenti normativi nuovi, inasprimento e certezza delle pene, ma anche un elemento importante di attenzione nei confronti delle vittime per la loro presa in carico, durante il momento in cui si consuma la violenza ma anche dopo in termini di accompagno".

Secondo Rauti e' necessario un intervento di sistema e di settore "perche' il fenomeno- ha spiegato- e' troppo massiccio, sommerso e troppo tentacolare, quindi e' necessario mettere in rete tutti gli attori interessati che possono contribuire".

"Questo convegno- ha concluso- e' importante perche' porta avanti un modello di rete di tutti i soggetti interessati, esattamente come anche il ''codice rosa nazionale'', al quale stiamo lavorando, che vede coinvolti quattri ministeri ma anche altri soggetti importanti. In una parola: da soli si puo' fare molto, insieme si riesce a fare molto di piu''.