Vini d’Italia, 415 eccellenze

Sono ben 415 i vini (50 dei quali di aziende debuttanti) che hanno ottenuto quest'anno il riconoscimento dei 'Tre Bicchieri' della guida "Vini d'Italia 2014" del Gambero Rosso. Si tratta di un record per la guida, giunta alla 27/a edizione e presentata venerdì a Roma, che nell'edizione scorsa includeva 399 vini.

Sono ben 415 i vini (50 dei quali di aziende debuttanti) che hanno ottenuto quest'anno il riconoscimento dei 'Tre Bicchieri' della guida "Vini d'Italia 2014" del Gambero Rosso. Si tratta di un record per la guida, giunta alla 27/a edizione e presentata venerdì a Roma, che nell'edizione scorsa includeva 399 vini.

Più di 45 mila i campioni assaggiati da un team di oltre 60 esperti, 2.360 le aziende e oltre 20 mila i vini recensiti, per un volume tascabile di 1.024 pagine, tradotto in tedesco, in inglese, in cinese, e da quest'anno anche in giapponese. Tra le regioni premiate in testa il Piemonte con 77 vini, seguito dalla Toscana con 72 e dal Veneto con 36. I Tre Bicchieri sotto i 15 euro sono ben 107, sintomo di una reazione alla crisi economica con proposte di vini buoni a prezzi corretti.

Ottantatré è il numero dei Tre Bicchieri verdi, realizzati unicamente da aziende certificate in biologico e biodinamico da enti ufficiali. I premi speciali sono: 'Rosso dell'anno' all'Amarone delle Valpolicella classico Calcarole 2009 di Guerrieri Rizzardi; 'Bianco dell'anno' all'Alto Adige Pinot bianco Sirmian 2012 di Cantina Nals Margreid; 'Bollicine dell'anno' all'Alta Langa Brut 0 Cantina Maestra 2007 di Enrico Serafino; 'Dolce dell'anno' a Orvieto classico superiore Muffa Nobile Calcaia 2010 di Barberani; 'Cantina dell'anno' a Colle Massari; 'Miglior rapporto qualità/prezzo' al Bianco maggiore 2012 di Rallo; 'Viticoltore dell'anno' ad Alessandro Princic; 'Cantina emergente', Pala; 'Premio per la vitivinicoltura sostenibile', Salcheto.