Umbria: sostegno alla formazione

PERUGIA – Agevolare la formazione dei giovani imprenditori, promuovere l’innovazione nelle filiere produttive, valorizzare e promuovere la qualità dei prodotti umbri.

E’ l’obiettivo della Regione Umbria per creare nuove opportunità di sviluppo alle imprese agricole e agroalimentari e aiutarle a uscire dalla crisi. E’ quanto dichiara l’assessore regionale all’Agricoltura, Fernanda Cecchini, in occasione del “Tavolo verde” con i rappresentanti delle organizzazioni del comparto.
L’assessore sottopone la proposta di riaprire i termini per due bandi del Programma di sviluppo rurale.
“Il primo – spiega – vuol garantire la necessaria formazione ai giovani imprenditori agricoli, che si sono insediati avvalendosi delle misure del Psr. Inoltre, per sostenere lo sforzo delle imprese umbre che vogliono investire in innovazione e competitività, intendiamo riaprire i termini del bando in materia di cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo, alimentare e forestale”.
Altro contesto di confronto è rappresentato dal rilancio della zootecnia.
L’assessore relaziona sulle attività del gruppo di lavoro istituito dalla Giunta regionale che ha già iniziato a definire le linee direttrici del nuovo Piano zootecnico regionale con cui metteremo in campo le strategie di sviluppo del settore, condivise con organizzazioni di categoria e allevatori, coniugandole con la sostenibilità e la compatibilità ambientale.
“Nel Piano intendiamo affrontare in particolare le problematiche della suinicoltura umbra, a cominciare da un’analisi della consistenza di capi suini e delle produzioni, prevedendo anche azioni di valorizzazione – conclude Cecchini. “Verranno esaminate anche le tecnologie che potrebbero essere utilizzate nel trattamento dei reflui di origine zootecnica, facendo fronte a un problema che sta condizionando il settore e che può trasformarsi in un’opportunità di crescita”.