Umbria, al via il bando per lapromozione dei vini

E’ stato pubblicato nel Supplemento ordinario numero due al Bollettino ufficiale della Regione Umbria (serie generale 19 del 2 maggio 2012) il bando su modalità e criteri per la presentazione dei progetti per la campagna 2012-2013 per la misura “promozione sui mercati dei Paesi terzi” dell’Ocm vino.

E’ stato pubblicato nel Supplemento ordinario numero due al Bollettino ufficiale della Regione Umbria (serie generale 19 del 2 maggio 2012) il bando su modalità e criteri per la presentazione dei progetti per la campagna 2012-2013 per la misura “promozione sui mercati dei Paesi terzi” dell’Ocm vino.

“Il bando, molto atteso dagli operatori – ha detto l’assessore regionale all’agricoltura Fernanda Cecchini – è costruito su criteri che tengono conto anche delle peculiarità del comparto vitivinicolo umbro.

Si tratta di un avviso che potremmo definire integrativo rispetto a quello emanato dal Ministero a livello nazionale. Per questa misura, rivolta ai Consorzi di tutela e loro associazioni e federazioni, ai produttori di vino e alle associazioni anche temporanee di impresa e di scopo, la quota assegnata alla Regione Umbria è di oltre un milione 400 mila euro, che andrà a finanziare al massimo il 50 per cento delle spese sostenute per la realizzazione dei progetti. Non è consentita la cumulabilità con altri aiuti pubblici anche ai fini della percentuale massima di intervento. Sono ammissibili progetti aventi un costo complessivo minimo per Paese terzo non inferiore a 100 mila euro per anno.

La promozione – ha concluso Cecchini – riguarda tutte le categorie di vini umbri a denominazione di origine protetta e vini ad indicazione geografica”. Le azioni ammissibili a finanziamento, da attuare anche singolarmente in uno o più Paesi terzi, riguardano – riferisce la Regione – promozione e pubblicità che evidenzino i vantaggi dei prodotti di qualità, la sicurezza alimentare ed il rispetto dell’ambiente e delle disposizioni attuative del Regolamento, da attuare a mezzo dei canali di informazione quali stampa e televisione; la partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale; campagne di informazione e promozione, in particolare, sulle denominazioni d’origine e sulle indicazioni geografiche, da attuarsi nei punti vendita, nella grande distribuzione e ristorazione dei paesi terzi; altri strumenti di comunicazione (siti internet, opuscoli, pieghevoli, degustazioni guidate, incontri con operatori e/o giornalisti dei Paesi coinvolti).

Tra le priorità assegnate nella valutazione delle richieste,  quelle relative a progetti per cui si chiede un contributo inferiore almeno del 5% rispetto al massimo concedibile e alle comunicazioni di conferma di progetti pluriennali, approvati in precedenti annualità, per i quali siano realizzate o in corso di realizzazione le annualità precedenti.

I progetti dovranno pervenire, pena l’esclusione, entro e non oltre le ore 14 dell’11 giugno 2012 ai destinatari individuati nell’avviso.