Tutti in bici a Roma il 7 luglio

Dopo la manifestazione ai Fori Imperiali tenutasi loscorso aprile, i ciclisti tornano ora nella capitale. I sostenitori delle due ruote si riuniranno infatti il 7 luglio alle 20 a Piazza San Silvestro.

Dopo la manifestazione ai Fori Imperiali tenutasi loscorso aprile, i ciclisti tornano ora nella capitale. I sostenitori delle due ruote si riuniranno infatti il 7 luglio alle 20 a Piazza San Silvestro.

L'evento Bike square organizzato da Salvaciclisti era stato indetto per il 2 luglio scorso, ma il Campidoglio aveva negato l'autorizzazione, per far poi slittare la manifestazione a sabato prossimo. Gli uffici competenti del Comune avevano negato l'autorizzazione sostenendo che la piazza “è area pedonale e pertanto non è possibile autorizzarvi la manifestazione in oggetto”.

Un vero e proprio paradasso, secondo i ciclisti, dal momento che “la piazza, come indica il cartello segnaletico, è pedonale ma non interdetta ai mezzi non a motore e non inquinanti come le biciclette”. Piazza San Silvestro, da quando è stata pedonalizzata e riaperta al pubblico ha ospitato molte iniziative, tra cui concerti ed esposizione. Con Bike Square dovrebbe divenire ufficialmente la prima piazza d'Italia per le biciclette.

Nata dalle azioni proposte dal Times di Londra, la campagna Salvaiciclisti si prefigge di promuovere le due ruote come mezzo di spostamento ecologico e di rendere le città più a misura di ciclisti. La prima manifestazione nazionale di rivendicazione di una maggiore tutela per le due ruote, in particolare sulle strade urbane, si è tenuta il 28 aprile scorso a Roma e ha visto migliaia di ciclisti affollare i Fori Imperiali della capitale.

“Qualcosa di straordinario”, “un successo strepitoso”: la grande partecipazione popolare a questo appuntamento ha dimostrato l'interesse crescente dei cittadini verso una mobilità più sostenibile per l'ambiente e la salute. Le richieste del movimento Salvaiciclisti sono state in gran parte accolte dall’amministrazione capitolina.

Tra i provvedimenti, il doppio senso per le biciclette nelle strade a senso unico con il limite di velocità di 30 km orari e l’installazione di rastrelliere a bordo strada.