Toscana, scoperta frode su vino e grappa

Etichettate e commercializzate come normali bottiglie di vino e di grappa, contenevano in realtà bevande alcoliche a base di piselli, sorgo, riso e prugne.

Etichettate e commercializzate come normali bottiglie di vino e di grappa, contenevano in realtà bevande alcoliche a base di piselli, sorgo, riso e prugne. Sono 20 mila le bottiglie sequestrate in un'azienda distributrice di prodotti cinesi a Campi Bisenzio (Firenze) dagli uomini del Corpo forestale dello Stato e dell'Agenzia delle dogane.

Il titolare della ditta è stato denunciato per frode in commercio e violazione del codice del consumatore sulla sicurezza dei prodotti. Per gli investigatori, le bevande erano pronte per essere distribuite a supermercati e ristoranti, spacciate per vino e grappa di qualtà.

All'interno però vino e vinaccia proprio non c’erano. Ulteriori esami saranno effettuati nei laboratori dell'Agenzia delle dogane per stabilirne l'esatta composizione. Nel magazzino sono state sequestrate anche tremila apparecchiature elettriche con il marchio 'CE', tra cui stufe, cappe aspiranti, pentole elettriche, cuoci riso, delle quali il titolare non ha saputo fornire la certificazione attestante la sicurezza e la conformità alle norme continentali di sicurezza.