Torino: bilancio d’eccellenza per il fotovoltaico

I primi sedici impianti fotovoltaici da 20 kWp sono stati realizzati a Torino nel triennio 2004-2006, in collaborazione con Iren, e, dopo il collaudo del dipartimento di Ingegneria elettrica del Politecnico, sono in Conto Energia dal 2007.

I primi sedici impianti fotovoltaici da 20 kWp sono stati realizzati a Torino nel triennio 2004-2006, in collaborazione con Iren, e, dopo il collaudo del dipartimento di Ingegneria elettrica del Politecnico, sono in Conto Energia dal 2007.

Sono stati finanziati con un mutuo da un milione di euro all’anno. Nel 2007-2008 gli impianti erano ventuno, per una potenza complessiva di 463,32 kWp. Nel 2009 sono stati realizzati ben 302 impianti, per una potenza di altri 6.330,04 kWp. Nel 2010 si sono aggiunti altri 20 impianti (potenza 459,78 kWp).

Nel 2011 sono stati montati ulteriori 58 impianti (altri 2.079,29 kWp). In totale, secondo i dati forniti dal settore Edilizia privata del Comune di Torino (tratti dal portale GSE), alla fine del 2011 risultano in servizio a Torino 401 impianti fotovoltaici per una potenza complessiva di 9.332,43 kWp (i dati del solare termico non sono disponibili, in quanti tali impianti non sono oggetto di incentivi economici).

L’energia elettrica immessa nella rete dal 2007 al 2011 è pari a 1,6 milioni kWh, con una riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera pari a 850mila chilogrammi. Ad illustrare i significativi risultati raggiunti dal Comune di Torino per quanto riguarda l’installazione di pannelli solari e fotovoltaici su scuole ed edifici comunali è l’assessore all’Ambiente Enzo Lavolta.

Nel dettaglio, inizialmente sono stati installati pannelli fotovoltaici in silicio mono/policristallino Isofoton, successivamente pannelli Sharp e, infine, Solarworld. Con un abbattimento dei costi dai 5.000 euro kWp iniziali agli attuali 3.000 euro kWp. Sono installati o in corso d’installazione otto impianti con pannelli solari termici, con estensione variabile tra i 10 e i 30 metri quadrati ciascuno. I pannelli maggiormente utilizzati sono quelli prodotti dalla ditta piemontese Tekno Energy. “Intendiamo installare molti altri pannelli, per una Città sempre più ‘smart’ – dichiara l’assessore Lavolta – sfruttando il know-how e le competenze delle aziende torinesi e piemontesi che operano in questo campo. Grazie a queste imprese, molte delle quali hanno sottoscritto la manifestazione di interesse per Torino Smart City, potremo continuare il buon lavoro portato avanti dalla città”.