Terni: formazione per il reinserimento lavorativo

E’ stato presentato in una conferenza stampa al Centro per l’impiego del capoluogo umbro il progetto della Provincia di Terni finalizzato alla formazione professionale e al reinserimento nel mercato del lavoro di chi è in cassa integrazione e in mobilità.

E’ stato presentato in una conferenza stampa al Centro per l’impiego del capoluogo umbro il progetto della Provincia di Terni finalizzato alla formazione professionale e al reinserimento nel mercato del lavoro di chi è in cassa integrazione e in mobilità.

Il bando, predisposto dall’assessorato alla Formazione di Palazzo Bazzani, prevede un investimento di circa 400mila euro di risorse del Fondo sociale europeo gestito dall’amministrazione provinciale. Il bando è stato emanato il 21 febbraio, ed è rivolto ai lavoratori in mobilità iscritti nelle liste del Centro per l’impiego e a coloro che nel biennio 2011/2012 sono andati o andranno in cassa integrazione ordinaria e straordinaria.

I percorsi di formazione, gestiti tramite agenzie formative, prevedono una durata minima di 101 ore e massima di 250, le domande possono essere inviate fino al 12 marzo con una successiva scadenza al 1° aprile e successivamente entro il 1° di ogni mese fino ad esaurimento delle risorse.

Il presidente della Provincia Feliciano Polli e l’assessore alle Politiche formative e del Lavoro Fabio Paparelli hanno sottolineato il carattere innovativo del progetto. “E’ un ulteriore passo in avanti della Provincia sul versante della formazione, dell’occupazione e del sostegno alle imprese – hanno detto Polli e Paparelli, che hanno colto l’occasione per lanciare un appello al settore del credito.

“A livello nazionale si sta sottolineando come il credito debba ricominciare a sostenere le imprese. Questo problema esiste anche in Umbria e nella nostra provincia”. L’assessore Paparelli ha anche ricordato come “da tempo ormai non si faccia più marketing territoriale per attrarre con incentivi concreti nuove imprese sul territorio”. “Noi – ha dichiarato il presidente Polli – stiamo facendo la nostra parte, ora auspichiamo che vengano fatti passi concreti soprattutto per attivare, attraverso la Regione, le risorse comunitarie disponibili a favore delle imprese e del manifatturiero”. “Il bando presentato oggi – ha affermato l’assessore Paparelli – è soltanto una prima tranche di un programma sviluppato su tre assi. Il primo riguarda il sostegno alla formazione per la riqualificazione dei lavoratori e la creazione dei presupposti per il loro reinserimento nel mercato del lavoro, il secondo è invece finalizzato a sostenere la riqualificazione e il rilancio delle imprese e il terzo punta sulla creazione di nuova occupazione, soprattutto giovanile”.

I dati – Nel corso della conferenza stampa sono stati resi noti i dati di sintesi del mercato del lavoro 2011 sul 2010. Nell’anno appena trascorso gli iscritti alle liste di mobilità sono stati 2.025 (+ 19,6% rispetto al 2010), le ore di cassa integrazione ordinaria e straordinaria sono state 1.202.583 (- 16,9% rispetto al 2010), 316 sono state le aziende autorizzate ad usufruire di ammortizzatori sociali (+ 16,2%) con 2.429 lavoratori in cassa integrazione o mobilità in deroga (+ 6,3%).