Siglato l’accordo per la promozione in vista di Expo 2015

Nel corso della conferenza stampa “L’agroalimentare italiano per Expo 2015″,  tenuta ieri a Roma, è stato firmato dal Ministro delle politiche agricole Martina,  dal commissario unico del Governo per Expo Milano 2015 Giusepp

Nel corso della conferenza stampa “L’agroalimentare italiano per Expo 2015″,  tenuta ieri a Roma, è stato firmato dal Ministro delle politiche agricole Martina,  dal commissario unico del Governo per Expo Milano 2015 Giuseppe Sala e dal Commissario Generale del Padiglione Italia Diana Bracco, il Protocollo di intesa “Per la partecipazione dell'Agroalimentare italiano all’EXPO 2015" .

L’accordo rappresenta l’occasione per valorizzare le eccellenze scientifiche, culturali, artistiche, architettoniche e paesaggistiche e quelle delle filiere economico-produttive del settore. ll Protocollo definisce le modalità di coordinamento, attuazione e contribuzione per la presenza dell’agricoltura e dell’agroalimentare Italiano all’Esposizione Universale di Milano, che sarà sostenuta e rappresentata dal ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, da Expo 2015 S.p.A. e da Padiglione Italia. L’accordo prevede la realizzazione di progetti con finalità educative e di intrattenimento in grado di coinvolgere il più ampio numero di strutture associative agricole industriali e cooperativistiche. In particolare, ci saranno: 

  • Padiglione dell’esperienza vitivinicola italianaIl Padiglione Italia realizzerà il Padiglione dell’esperienza vitivinicola italiana in un ampio e riconoscibile spazio dedicato.
  • Rappresentazione delle filiere agroalimentari. Expo 2015 S.p.A. favorirà la rappresentazione delle filiere agroalimentari. Mettendo a disposizione uno spazio dedicato per la realizzazione di un Padiglione specifico.
  • Progetto start-up. Saranno previsti all’interno di Padiglione Italia spazi ed eventi per la valorizzazione delle start up del settore agricolo e agroalimentare individuate dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.
  • Progetto “Formazione”. Sarà realizzato, con il supporto delle Università, dell’ISMEA e del CRA un master in campo agroalimentare per 100 giovani neolaureati in discipline riferibili al settore agricolo e agroalimentare. 
  • Progetto “Le eccellenze italiane” Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali attiverà uno specifico Bando di gara per la selezione, nelle diverse filiere agricole e agroalimentari, di nuovi progetti.
  • Progetto “Promozione del Made in Italy” Eventi dedicati alla promozione delle produzioni nazionali di qualità (Dop).  Eventi dedicati al settore del biologico Promozione di un Marchio identificativo della produzione nazionale.