Serre olandesi, dopo dieci anni diminuisce la produzione

Nei Paesi Bassi, la superficie coperta dalle serre e destinata alla produzione di orticole è diminuita del 2,4%, scendendo a 4.870 ettari.

Nei Paesi Bassi, la superficie coperta dalle serre e destinata alla produzione di orticole è diminuita del 2,4%, scendendo a 4.870 ettari. Nel 2011 questa zona era ancora estesa su 4.990 ettari, la stessa del 2010.

Prima ancora, la quantità di terra destinata alle serre era sempre stata in costante crescita da oltre un decennio, secondo i dati forniti dall'ufficio statistica dei Paesi Bassi. Ora, invece, l'area serricola destinata alla produzione di orticole è in declino da qualche anno. Come mostrano i dati, è diminuito anche il numero delle aziende che coltivano sotto serra.

Sono ancora attive 1.131 aziende, rispetto alle 1.205 nel 2011. Nel 2005 c'erano 1.803 aziende orticole, e nel 2000 erano ben 2.511. Secondo i dati, l'area dedicata alla coltivazione della melanzane è di circa 100 ettari; mentre la superficie dedicata alla fragola è leggermente aumentata, arrivando a 290 ettari.

Questo è dovuto all'aumento della coltivazione sotto vetro: l'area sotto i tunnel in plastica è invece rimasta praticamente invariata. La superficie a peperone è scesa a 50 ettari. La ragione sta nel declino del peperone rosso. La superficie a peperone verde è invece costante, mentre quella per i peperoni elsogialli hanno visto un leggero aumento.

La superficie coltivata a pomodoro è leggermente inferiore rispetto allo scorso anno. Il numero di colture di pomodori a grappolo e pomodorini era aumentato nel 2012.