Rifiuti. A Roma e nel Lazio cresce raccolta carta e cartone

Carta e cartone: l''Italia si conferma eccellenza europea con oltre 9 imballaggi su 10 recuperati, con un tasso di recupero complessivo del 91,9%.

Carta e cartone: l''Italia si conferma eccellenza europea con oltre 9 imballaggi su 10 recuperati, con un tasso di recupero complessivo del 91,9%. A livello regionale, Emilia Romagna, Toscana e Abruzzo sono le regioni piu' virtuose di Nord, Centro e Sud.

Grazie a questo impegno, ai comuni italiani in convenzione sono stati trasferiti 94 milioni. Questi i dati principali del 18mo rapporto Comieco, il Consorzio nazionale per il recupero e il riciclo degli imballaggi a base cellulosica, sulla raccolta differenziata di carta e cartone, presentato oggi a Roma.

In Italia nel 2012 sono state raccolte quasi 3 milioni di tonnellate di carta e cartone, -2,3% rispetto all''anno precedente (-68 mila tonnellate). Nonostante la contrazione dei consumi – e il conseguente calo dell''immesso al consumo degli imballaggi cellulosici – migliora il dato relativo al riciclo, pari all''84,5%, in crescita del 6% sull''anno precedente.

Attraverso il 71,8% dei Comuni convenzionati (oltre 51 milioni di abitanti), Comieco ha preso in carico, nel corso del 2012, circa 1,6 milioni di tonnellate di carta e cartone. Poco piu'' di 300 mila tonnellate in meno (-16%) rispetto al 2011. La raccolta procapite del 2012 (48,9 kg/abitante) registra un leggero calo rispetto al valore del 2011, con una contrazione (-1,7 kg/abitante) non omogenea nelle tre macroaree del Paese: e' infatti al Nord che il calo dei volumi e' piu'' sentito (-3,2%), seguito dal Sud (-1,5%) e dal Centro (-0,5%).

Lazio pero' in controtendenza: +3,9%. Per quanto riguarda le aree metropolitane come Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Roma e Torino (che hanno registrato un calo generale dei rifiuti urbani del 3,7%), dal rapporto Comieco emerge che la raccolta differenziata in alcuni casi addirittura cresce.

A Milano (+2,8%), Roma (+1,6%) e soprattutto a Napoli (+15,7%) il quantitativo netto raccolto risulta in positivo, se messo in relazione con il decremento dei rifiuti prodotti.