Riconoscimento per gli agronomi italiani

E’ la prima volta che un rappresentante dell’Italia entra nel board AMIA 2012-2015; questa nomina rappresenta un importante riconoscimento per i Dottori Agronomi e Dottori Forestali italiani, che hanno così allargato gli orizzonti professionali oltre i confini nazionali.

E’ la prima volta che un rappresentante dell’Italia entra nel board AMIA 2012-2015; questa nomina rappresenta un importante riconoscimento per i Dottori Agronomi e Dottori Forestali italiani, che hanno così allargato gli orizzonti professionali oltre i confini nazionali.

Infatti il CONAF da alcuni anni ha intrapreso una politica di avvicinamento e di confronto con altre associazioni di Agronomi e Forestali a livello europeo per consentire un confronto ed uno scambio di esperienze con i colleghi europei.

Il presidente CONAF Andrea Sisti è stato nominato nel consiglio direttivo dell’AMIA, l’Associazione Mondiale degli Ingegneri Agronomi in qualità di Segretario Tecnico e rappresentante dell’Europa del Sud. La nomina è avvenuta a Quebec City durante l’assemblea generale dell’ AMIA alla chiusura del V Congresso mondiale.

«E’ un motivo di grande soddisfazione per l’intera Categoria – ha commentato il Presidente CONAF Andrea Sisti –; gli agronomi italiani sono ormai al centro del sistema internazionale degli Ingegneri Agronomi come testimoniato anche dall’assegnazione del Congresso VI mondiale 2015».

Il nuovo consiglio dell’AMIA è composto dal Presidente María Cruz Díaz Álvarez; dal segretario generale Rosario García Moreno, dal vicepresidente Conrad U. Bernier; dagli ex presidenti Carlos Pieta Filho, Fernando Zuloaga Albarrá, Claudio Ortiz Rojas; dal vicepresidente d’America Alejandro Bonadeo; dal vice presidente d’Europa Sean Gaule (CEDIA); dal vice presidente di Africa e Asia Libre; oltre ai Segretari Tecnici Florindo Dalberto, Brasil, (South America); Bernal Méndez Árias, (North America), Andrea Sisti (South Europe), Héctor Glower y Delgado (presidente di APIA).