Provincia di Roma: un milione e mezzo di euro per lo sviluppo

Produrre crescita economica, avviare nuove attività e creare lavoro per uscire dalla crisi, con attenzione particolare all’occupazione femminile, in Italia ferma dodici punti al di sotto della media europea.

Produrre crescita economica, avviare nuove attività e creare lavoro per uscire dalla crisi, con attenzione particolare all’occupazione femminile, in Italia ferma dodici punti al di sotto della media europea. Sono gli obiettivi del protocollo d’intesa tra la Provincia di Roma e la Camera di Commercio di Roma per promuovere progetti a sostegno dello sviluppo del territorio con un investimento di oltre un milione e mezzo di euro.

L’accordo tra Provincia di Roma e Camera di commercio prevede particolare attenzione al mondo dell’imprenditoria femminile. A partire dal bando per il “Fondo della creatività”, infatti, tutti i bandi per l’assegnazione di contributi premieranno le iniziative promosse da imprenditrici, attraverso un punteggio che viene attivato in caso di parità tra le proposte pervenute.

I Centri per l’impiego della Provincia di Roma ospiteranno seminari tenuti da imprenditrici ed esperte per le donne che si affacciano per la prima volta nel mondo del lavoro e per le lavoratrici espulse o uscite dal ciclo produttivo, anche a causa di esigenze di cura familiare o della maternità. Le scuole superiori e i Centri provinciali di formazione professionale promuoveranno incontri tra le imprenditrici e gli studenti dell’ultimo anno, per orientare i giovani nelle scelte universitarie o lavorative e favorire il dialogo tra impresa e scuola, valorizzando le competenze più richieste dal mercato del lavoro.

Tra le singole misure, ricordiamo il “Fondo per la creatività” per un valore di 500mila euro, cofinanziato al 50% dalla Camera di commercio, destinato al sostegno delle piccole e medie imprese che operano nei settori creativi. Istituito nel 2009, il “Fondo per la creatività”, rappresenta un’esperienza efficace di collaborazione tra pubblico e privato, che ha già permesso di finanziare 20 imprese nel 2009 e 16 nel 2010. Il “Bando per l’innovazione” da 222mila euro, cofinanziato al 50% dalla Camera di commercio, che supporta il contratto tra un’azienda e un ricercatore che condividano un progetto utile allo sviluppo tecnologico dell’impresa.

Dal 2008 sono state finanziate già 15 iniziative. Questo bando è realizzato grazie al supporto di Officina dell’innovazione, struttura collegata al Dipartimento Innovazione e Impresa della Provincia di Roma, che sperimenta collaborazioni tra imprese e ricerca. I check-up tecnologici sono lo strumento attraverso il quale viene effettuata l’analisi delle esigenze di innovazione delle micro-piccole e medie Imprese del territorio e costituiscono la strategia con la quale ricercatori esperti nel trasferimento tecnologico effettuano visite personalizzate presso le imprese. Il “Bando per sviluppo del Litorale Nord” da 560mila euro interamente finanziati dalla Provincia di Roma a favore di società o ditte individuali con sede sul litorale e che prevede, per ogni iniziativa, un contributo massimo di 25mila euro.

I Comuni coinvolti sono: Allumiere, Anguillara Sabazia, Bracciano, Civitavecchia, Cerveteri, Canale Monterano, Fiumicino, Ladispoli, Manziana, Santa Marinella, Trevignano Romano, Tolfa. Il “Bando per la valle dell’Aniene” da 300mila euro per società, ditte individuali e professionisti (210mila per società e ditte, 90mila per professionisti) con un contributo massimo per società e ditte di 25mila euro e 15mila euro per i professionisti. I Comuni interessati sono: Affile, Agosta, Anticoli Corrado, Arcinazzo Romano, Arsoli, Camerata Nuova, Canterano, Casape, Castel Madama, Cerreto Laziale, Cervara di Roma, Ciciliano, Cineto Romano, Gerano, Jenne, Licenza, Mandela, Marano Equo, Percile, Pisoniano, Poli, Riofreddo, Rocca Canterano, Roccagiovine, Rocca Santo Stefano, Roiat, Roviano, Sambuci, Saracinesco, Subiaco, Vallepietra, Vallinfreda, Vicovaro, Vivaro Romano.