Prezzi in aumento per cereali e mais

Continuano ad aumentare ad agosto i prezzi di frumenti e mais in risposta alle forti tensioni sui mercati internazionali dovute alla siccità che ha colpito le principali aree di produzione degli Stati Uniti e del Mar Nero.

Continuano ad aumentare ad agosto i prezzi di frumenti e mais in risposta alle forti tensioni sui mercati internazionali dovute alla siccità che ha colpito le principali aree di produzione degli Stati Uniti e del Mar Nero.

La segnalazione viene dalla Borsa merci telematica italiana (Bmti), sottolineando, in particolare, che il prezzo del frumento duro nazionale fino, in crescita da metà luglio, ha segnato una variazione congiunturale di +8,1%, tornando quasi sui livelli di un anno fa. In salita anche il valore del frumento tenero nazionale panificabile (quasi +6%), attestandosi ai massimi da giugno 2011. Il frumento tenero estero (North-Spring) segna un aumento più contenuto dell’1,7%, confermandosi comunque sui valori più alti da aprile 2008.

Il prodotto cerealicolo che maggiormente ha risentito delle tensioni sui mercati internazionali, segnala la Bmti, è il mais nazionale secco, con una variazione congiunturale di +11,7% che ha portato i prezzi ai massimi da luglio 2011. Su base tendenziale il valore del frumento duro nazionale fino si avvicina a quello di agosto dello scorso anno, pur rimanendo su livelli leggermente inferiori (-4,1%), mentre i teneri, nazionali ed esteri presentano variazioni tendenziali positive (rispettivamente +17,2% e +12,3%), come anche il mais nazionale secco (+15,6%).