Pizza Margherita ancora la preferita degli italiani

Da sempre gli italiani amano la pizza ed in questo periodo di stagnazione economica quello che è cambiato è solo il modo. Oggi il consumo è prevalentamente casalingo a discapito delle serate fuori casa.

Da sempre gli italiani amano la pizza ed in questo periodo di stagnazione economica quello che è cambiato è solo il modo. Oggi il consumo è prevalentamente casalingo a discapito delle serate fuori casa. La moda della pizza 'home made' ha infatti conquistato quasi 14 milioni di pizzaioli fai-da-te, anche se la "pizza della pizzeria" resta sempre la piu' consumata (71%).

E' merito anche dell'evoluzione tecnologica di strumenti per il trasporto (box per scooter, borse termiche) che ne conservano al meglio calore e croccantezza. E l'abbinamento voncente è sempre quello con la birra. E' quanto emerge da una indagine commissionata da AssoBirra, l'associazione che rappresenta il 97% del mercato italiano. La risultante del sondaggio un terzo degli italiani (36%) quando mangia una pizza, sceglie la birra. Il quadruplo di quanti (8%) preferiscono il vino, il doppio di quanti preferiscono un soft drink analcolico (16%).

La principale novita' e' che la pizzeria (42% dei consumi) non e' piu' il principale luogo del consumo: il 58% della pizza e' gustata  in casa. La stessa cosa avviene, anche questa e' una tendenza in crescita, per la birra: secondo l'Annual Report AssoBirra, il 59,7% della birra viene acquistato nella grande distribuzione, finendo direttamente nel nostro frigo e venendo poi consumata in casa. Colpa (merito?) della crisi certo, ma anche di un nuovo stile di vita che, anche a tavola, premia il ritorno alla semplicita' e ai prodotti naturali.

Pizza& birra piace perché si tratta di "due prodotti semplici, della cucina popolare ed economica" (39%). Le donne, in particolare le under 35, hanno un debole per questo abbinamento. La tipologia preferita e', per quasi 1 italiano su 2 (45%), la Margherita, con fiordilatte o mozzarella di bufala. Seguono, ma a distanza, la Napoletana e la Diavola con salame piccante (entrambe al 6%). Ai piedi del podio la Capricciosa e la Prosciutto e funghi (5%). Ma oltre la meta' degli italiani (57%) ama cambiare sapori e condimenti. A patto che gli ingredienti e le tecniche di preparazione e cottura siano sempre di qualita'.

Tra i fattori percepiti da cui dipende la bonta' di una pizza, soprattutto la qualita' della mozzarella (per il 53% del campione) e la buona lievitazione (49%). Si equivale il peso dato agli altri ingredienti-chiave (pomodoro al 43% e farina al 41%), e agli aspetti tecnici come una buona cottura (42%) e l'abilita' e la mano del pizzaiolo (39%).