Piglio, una delle mete migliori per il turismo enogastronomico

Il buon vino nel Lazio non è certo solo ai Castelli. La città di Piglio, in provincia di Frosinone, è stata eletta tra le località Top Rated nella categoria "Turismo del Vino" secondo gli utenti di PaesiOnLine, portale di viaggi e turismo.

Il buon vino nel Lazio non è certo solo ai Castelli. La città di Piglio, in provincia di Frosinone, è stata eletta tra le località Top Rated nella categoria "Turismo del Vino" secondo gli utenti di PaesiOnLine, portale di viaggi e turismo.

Il Cesanese del Piglio è sul podio delle cose da non perdere quando si visita la città, precedendo la chiesa di San Rocco, una suggestiva costruzione medievale. Il Cesanese è il vino DOC più antico della Ciociaria, divenuto oggi DOCG. Il primo weekend di ottobre, inoltre, a Piglio si svolge la sagra dell'uva, giunta quest'anno alla sua quarantunesima edizione. Per l'occasione vengono riaperte le antiche cantine del centro storico e per le strade della città si svolgono canti e balli della tradizione Ciociara. Durante la sagra vengono esposti ed offerti i prodotti tipici dell'agricoltura, della zootecnia e dell'artigianato locale.

Non stupisce, dunque, che la parola chiave che gli utenti utilizzano maggiormente quando descrivono la città sia "enogastronomia". "E' un riconoscimento che ci inorgoglisce – afferma il Sindaco Mario Felli – soprattutto perché legato al nostro prodotto d'eccellenza: il vino. Eccellenza che insieme alle altre caratteristiche e tipicità del nostro paese rappresenta il volano del turismo. Puntiamo ad una maggiore valorizzazione delle nostre tipicità e a un incremento dei servizi offerti, con l'intento di creare un'offerta turistica ancor più completa ed affascinante".