Piemonte, è il vino a trainare l’economia regionale

Il settore vitivinicolo, con un incremento del 29,3% del valore della produzione lorda, traina il 2015 dell'agricoltura in Piemonte, che nel complesso ha tenuto (-0,6%). L’agricoltura si conferma, quindi, una delle bandiera dell’eccellenza piemontese. Del resto il saldo nell'agroalimentare per l'occupazione è ampiamente positivo: +4,6%, con una crescita di 2.297 addetti.

Il settore vitivinicolo, con un incremento del 29,3% del valore della produzione lorda, traina il 2015 dell'agricoltura in Piemonte, che nel complesso ha tenuto (-0,6%). L’agricoltura si conferma, quindi, una delle bandiera dell’eccellenza piemontese. Del resto il saldo nell'agroalimentare per l'occupazione è ampiamente positivo: +4,6%, con una crescita di 2.297 addetti. Il rovescio della medaglia è rappresentato, però, dalla crisi del latte, anche se a fine anno è stato firmato l'accordo per 2 centesimi in più a litro: -14% Plv.

Il bilancio del 2015 evidenzia anche qualche segnale di ripresa dei bovini da carne, +0,8% del valore della produzione, + 5,4% del numero dei capi.

Difficoltà dal settore dei cereali (-1,1% dl raccolto, -3,3% plv) e del florovivaismo (-2,7% plv), mentre migliorano le prospettive per il riso e le nocciole. Il settore frutticolo risente dell'embargo russo anche se nel complesso il raccolto (+1,3%), e la plv (+1,1%) hanno segno positivo.