Pasqua in Valnerina tra mostre mercato e prodotti gastronomici

L’Italia della provincia, il Paese sano. La Valnerina, 300 chilometri quadrati per quindicimila abitanti, è una vallata umbra che prende il nome dal fiume che l’attraversa, il Nera.

L’Italia della provincia, il Paese sano. La Valnerina, 300 chilometri quadrati per quindicimila abitanti, è una vallata umbra che prende il nome dal fiume che l’attraversa, il Nera.

I comuni del comprensorio della Valnerina sono nove: Comuni di Cascia, Cerreto di Spoleto, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino e Vallo di Nera. Il suo territorio è caratterizzato da torri medievali, abbazie e da piccoli borghi senza tempo.

Per il week end di Pasqua e Pasquetta e per tutto il mese di aprile, numerose le iniziative e le opportunità che offre la Valnerina. Da sempre, infatti, questi luoghi sono carichi di suggestioni, al centro di tradizioni altrove scomparse, un paesaggio che sintetizza in sé la storia, la varie epoche che sono trascorse e che hanno lasciato un segno indelebile. Gli eventi di Pasqua saranno ricchi di attività legati all’identità dei luoghi, e alla valorizzazione delle risorse territoriali dell’area, tra le manifestazioni più interessanti: la “Processione del Cristo morto” di Norcia che sfila lungo le mura cittadine, insieme al corteo con oltre quattrocento partecipanti in costume che rappresentano scene in quadri viventi.

Una sfilata per quattro chilometri alla luce della torce, intonando il lamento del “Miserere” nello strisciare impietoso delle catene, che i Penitenzieri legano ai piedi nudi. La crudezza della rappresentazione cresce man mano che ci si avvicina al momento della crocifissione, saranno inoltre ricostruite anche le croci sulle quali tre uomini rivivono e fanno rivivere il dramma.

E poi la Processione di Pasqua a Monteleone di Spoleto, che muoverà dalla Chiesa di San Francesco, un luogo carico di storia. Spazio anche ai prodotti gastronomici con la “Colazione di Pasqua in Piazza”, al Vallo di Nera, dove si potranno degustare salumi, formaggi, uova sode, frittate, pizze di pasqua dolci e salate, uova di cioccolata, i protagonisti della colazione vallana.

Le manifestazioni sono sostenute e promosse dal Progetto Integrato territoriale della Valnerina che dal 2012 e per il triennio fino al 2014, in collaborazione con la Regione Umbria, utilizzerà fondi pubblici e privati per avviare un ambizioso ed innovativo progetto di promozione territoriale nei circuiti nazionali ed internazionali, anche attraverso i network televisivi, la stampa di settore e con una particolare attenzione ai new media ed ai social network, su cui avvierà una campagna che mirerà non solo a far conoscere la Valnerina ma a costruire una community di appassionati di questi luoghi densi di storia e tradizioni, ad avviare un dialogo costante che vada al di là della semplice promozione turistica.