Pasqua, dolci fatti in casa secondo la tradizione

Sarà, per tanti motivi, una Pasqua davvero diversa dalla tradizione. Tanto per cominciare, più della metà delle famiglie non acquisteranno uova di cioccolato (si parla del 545). Non per povertà ma perché se le faranno a casa, mettendo lo stesso in tavola i dolci della tradizione regionale.

Sarà, per tanti motivi, una Pasqua davvero diversa dalla tradizione. Tanto per cominciare, più della metà delle famiglie non acquisteranno uova di cioccolato (si parla del 545). Non per povertà ma perché se le faranno a casa, mettendo lo stesso in tavola i dolci della tradizione regionale.

Emerge da una recente indagine demoscopica sulla Pasqua degli italiani al tempo del coronavirus. Una emergenza sanitaria che, a causa delle norme anti contagio, sta costringendo a casa gli italiani favorendo un prepotente ritorno in cucina tanto che in più di 1 casa italiana su 2 verranno preparati i dolci della tradizione che diventano auspicio di buon augurio e di rinascita dopo le difficoltà.

Ela tendenza è ben visibile tra gli scaffali, dato che nella settimana precedente a quella Santa si è verificato un balzo record negli acquisti degli ingredienti base, dalla farina (+213%) al lievito di birra (+226), dal mascarpone (+100%) al miele (+68%), dal burro (+86%) allo zucchero (+55%) fino alle uova (+54%), secondo le elaborazioni su dati Nielsen rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Contestualmente, si segnala un calo tra il 30 e il 40% dei ricavi della vendita di uova di cioccolato e colombe.