Parma, no del comune all’inceneritore. Ora tocca alla provincia

"Si ritiene improcedibile la domanda di certificato di conformita' edilizia e di agibilita' parziale presentata da Iren". Il Comune di Parma ribadisce il suo no all''avvio dell''inceneritore e trasmette il parere all''amministrazione provinciale "per gli atti di competenza".

"Si ritiene improcedibile la domanda di certificato di conformita' edilizia e di agibilita' parziale presentata da Iren". Il Comune di Parma ribadisce il suo no all''avvio dell''inceneritore e trasmette il parere all''amministrazione provinciale "per gli atti di competenza".

Insomma Piazza Garibaldi cerca di coinvolgere la Provincia dopo tre giorni di valutazione dei documenti prodotti da Iren per giustificare l'accensione dell''impianto di Ugozzolo nonostante i veti degli enti locali al rilascio dell'agibilita'' parziale.

Secondo la normativa, dicono da piazza Garibaldi, "l'agibilita' parziale introdotta per decreto legge il 21-06-2013 dall''articolo 30, e non prevista dalla Legge Regionale 31 del 2002, non e' ancora una norma di legge, in quanto tale modifica sara' applicabile dalla data di entrata in vigore della legge di conversione".