Padova, torna Flormart a settembre

Torna a Flormart – il principale salone del florovivaismo e giardinaggio italiano, in programma dal 9 all'11 settembre 2015 a Padova – l'appuntamento con Agrienergy, sezione dedicata alle energie rinnovabili applicate al florovivaismo e a tutte le tecnologie di risparmio energetico della filiera delle agroenergie: un ambito di grand

Torna a Flormart – il principale salone del florovivaismo e giardinaggio italiano, in programma dal 9 all'11 settembre 2015 a Padova – l'appuntamento con Agrienergy, sezione dedicata alle energie rinnovabili applicate al florovivaismo e a tutte le tecnologie di risparmio energetico della filiera delle agroenergie: un ambito di grande interesse, visto che i costi energetici incidono in media per ben il 30% sui costi di produzione dei florovivaisti.

Fra le novità di quest'anno, il forum internazionale Expo ECOtechGREEN, che tratterà vari aspetti del verde tecnologico e un convegno sul verde urbano nelle diverse declinazioni degli orti urbani, dei parchi agricoli e di altri tipi di urban farming. E poi la rinascita di "Flormart in campo", lo spazio per i test di macchine e attrezzature per la manutenzione del verde e l'agricoltura, che verrà presentato nelle prossime settimane.

Le innovazioni tecnologiche ed ecologiche saranno dunque fra i fili conduttori della proposta espositiva della 66esima edizione di Flormart, sia dell'offerta propriamente florovivaistica che del versante progettazione e gestione del verde. Nella convinzione che si tratti di tre fattori cruciali per la competitività della filiera, così come di tutta l'agricoltura.

Da non dimenticare un workshop su "La gestione della sicurezza nelle colture protette" (D. lgs. 81/2008 e Pan fitofarmaci) e il convegno nazionale organizzato da Anbi, Unione venete bonifiche e Argav sulla fitodepurazione, cioè l'utilizzo delle piante nel disinquinamento delle acque, diventato attuale per i richiami dell'Unione europea al nostro Paese.

Sono 50 i grandi buyer stranieri già confermati. Grazie a Padova Promex sono stati individuati 2 operatori per ciascuno dei seguenti Paesi: Germania, Indonesia, Marocco, Polonia, Russia, Svezia. Altri 15 provenienti da Azerbaijan, Gran Bretagna, Francia ed Emirati arabi sono stati acquisiti grazie al supporto di ICE.

È stata confermata la collaborazione con le camere di commercio in Svizzera, Tunisia e Turchia, per la selezione di 13 operatori. Altre sinergie sono state messe a punto con Paysalia, salone organizzato a Lione, e verrà attivata una promozione congiunta con la fiera internazionale di Tunisi, Kram, per la promozione di Flormart presso le aziende e istituzioni del settore.

la foto è di Eligio Mariano Testa – Unaat Sardegna