Pac, Catania: “mantenere tutela piccoli agricoltori”.

"La Convergenza interna e' per noi un punto assolutamente determinante, e' necessaria una maggiore flessibilita' su questo punto ed il trilogo dovra' tenerne conto.

"La Convergenza interna e' per noi un punto assolutamente determinante, e' necessaria una maggiore flessibilita' su questo punto ed il trilogo dovra' tenerne conto. Dobbiamo mantenere la necessaria tutela per i piccoli agricoltori, perche' anche nel nuovo regime sia mantenuta una clausola di salvaguardia a 5000 euro, oltre la quale potranno essere effettuate le riduzioni in caso di applicazione della disciplina finanziaria, in modo da proteggere da eventuali tagli chi si trovi al di sotto di questa soglia".

Lo dice il ministro delle Politiche agricole, Mario Catania, a margine del Consiglio dei ministri dell'Agricoltura e della Pesca dell'Unione europea in corso in Lussemburgo. "Sul regolamento transitorio e' necessario fare chiarezza sui tempi legati ad alcune scelte che riguardano l'applicazione del nuovo regime di aiuti, come regionalizzazione, convergenza interna, aiuti accoppiati, prima assegnazione dei titoli- prosegue il ministro- un posticipo dei tempi entro i quali lo stato membro deve effettuare le sue scelte in queste materie sarebbe opportuno".

Inoltre, "auspichiamo un'adeguata flessibilita' per i programmi di sviluppo rurale nel passaggio dalla vecchia alla nuova programmazione". "Continuiamo a ribadire alla Commissione- conclude Catania- l'opportunita' di proseguire nell'attuazione del programma di aiuti alimentari agli indigenti nell'ambito della Pac anche per l'anno 2014".