Ortofrutta, crescono sia import che export

Buone notizie per l’ortofrutta. Le esportazioni ortofrutticole italiane sarebbero in crescita nel 2015. Secondo i dati ufficiali dell’Istat, riferiti allo scorso anno e rielaborati da Fruitimprese, è stata superata la soglia dei 4 miliardi e 500 milioni di euro a valore delle esportazioni, con un incremento del 10,9% rispetto al 2014.

Buone notizie per l’ortofrutta. Le esportazioni ortofrutticole italiane sarebbero in crescita nel 2015. Secondo i dati ufficiali dell’Istat, riferiti allo scorso anno e rielaborati da Fruitimprese, è stata superata la soglia dei 4 miliardi e 500 milioni di euro a valore delle esportazioni, con un incremento del 10,9% rispetto al 2014.

Positivo anche il dato riferito ai volumi che, con oltre 4 milioni di tonnellate, cresce del 3,4%. Il saldo si è attestato a 715 milioni di euro con un calo del 17,8% rispetto al 2014. Il rovescio della medaglia è che crescono anche le importazioni, sia in volume (+6,7%) che in valore (+18,6%).

Per quanto riguarda i flussi, registriamo un incremento del comparto della frutta fresca (+7%) e della frutta secca (+2,8%), mentre calano leggermente gli ortaggi (-2,8%) e gli agrumi (-3,6%). In valore segno positivo per tutti i comparti: ortaggi (+10,1%), agrumi (+9,7%), frutta fresca (+11,3%) e frutta secca (+16,4%).

Per quanto riguarda le importazioni incremento in volume per la frutta fresca (+8,5%), gli ortaggi (+8,3%) e gli agrumi (+28,9%); in diminuzione i flussi di frutta tropicale (-2,8%) e di frutta secca (-4,9%).

In valore segno positivo per tutti i comparti: ortaggi (+16,5%), agrumi (+34,3%), frutta fresca (+16,2%), frutta secca (+22,4%) e frutta tropicale (+9,3%).