Nutraceutica: i progetti toscani si presentano al Fuori Expo di Milano

Il buon vivere, in Toscana, si sposa con il cibo. E il cibo è la nostra medicina.

Il buon vivere, in Toscana, si sposa con il cibo. E il cibo è la nostra medicina. A tenere insieme ambiti così sinergici e complementari è arrivata la nutraceutica, disciplina a cavallo tra l'alimento e il farmaco, tra la nutrizione e la salute, sui cui la Regione Toscana ha scelto di investire dando impulso a un promettente filone di ricerca. Domenica 9 agosto sarà proprio la nutraceutica, con i suoi progetti di ricerca e sviluppo, al centro della giornata conclusiva della Settimana della Salute che il Fuori Expo della Toscana dedica al Sistema sanitario regionale e al suo contribuito in termini di benessere e qualità della vita. 
 
Investire nel rapporto tra cibo e salute. I quattordici progetti finanziati attraverso il bando della Regione Toscana dedicato alla nutraceutica saranno in vetrina presso i Chiostri dell'Umanitaria, nella centralissima via Daverio a Milano, per illustrare come le relazioni tra alimentazione e cura possano essere approfondite per valorizzare le tipicità agroalimentari del territorio, da una parte, e promuovere la salute dei cittadini, dall’altra, in un’ottica di prevenzione e cura. Selezionati sulla base della loro qualità tecnico-scientifica, del grado di innovazione e dell'affidabilità del partenariato che mette insieme ricerca e impresa, la maggior parte dei progetti riguarda lo studio di alimenti funzionali derivati dalla tradizione agroalimentare toscana (l'olio d’oliva, il latte d’asina, la birra, l’uva, il riso rosso, il pomodoro costoluto, il fagiolo zolfino) e la messa a punto di metodi innovativi per la veicolazione di principi attivi e fitocomplessi.
 
Il “Salottino della nutraceutica" al Fuori Expo. Cosa accade quando la ricerca farmaceutica incontra l’alimento? Da questa domanda prenderà il via l’approfondimento dedicato ai progetti di ricerca con i responsabili scientifici e i produttori che intereveranno a Milano per illustrare da dove sono partiti e dove vogliono arrivare. Nove i progetti nutraceutici dai suggestivi acronimi rappresentati nelle due tavole rotonde che si terranno nel corso della giornata, a cui si aggiunge un progetto in ambito agrifood: c’è la birra che fa bene alle ossa (Beerbone); gli alimenti “antichi” fermentati da utilizzare come antiossidanti (Nutra-Toscafrica); gli insetti per la prevenzione cardiovascolare (Insect Card); il latte d’asina per i bambini allergici al latte vaccino (L.A.B.A. Pro. V.); la farina toscana (F.A.T.E.Pre.Sco) nella prevenzione dell’insufficienza cardiaca cronica; il succo d’uva Sangiovese utili a prevenire lo scompenso cardiaco (Cardio.MiR.San.To); l’olio di oliva toscano come antiossidante (Oliva Plus); il pane toscano dalle proprietà antinfiammatorie (Panacea); il tagatosio come dolcificante per prevenire diabete e obesità (Tagidisfru); lo screening nutraceutico su vasta scala in modelli zebrafish per la terapia delle distrofie muscolari (Nutra-Fish) e, in ambito agroalimentare, il vino con la carta di identità (Winefinger). 
 
Il cooking show nutraceutico di Giulia Scarpaleggia. Alle ore 11, nello spazio dedicato agli show cooking, la food blogger toscana Giulia Scarpaleggia, autrice del blog Juls' Kitchen, preparerà tre piatti della tradizione regionale utilizzando alcuni dei prodotti al centro dei progetti nutraceutici: pici con le briciole, panzanella e zuppa inglese con latte d’asina. Durante tutta la giornata, grazie alla collaborazione delle imprese partner dei progetti, sarà possibile assaggiare e acquistare prodotti nutraceutici. Ad animare l’evento sarà presente lo staff di Meet the Life Sciences, un progetto promosso dal Distretto Toscano Scienze della Vita in collaborazione con la Direzione Diritti di coesione sociale dell’Assessorato al diritto alla salute della Regione Toscana. Attraverso l’hashtag #nutratuscany, l’evento sarà raccontato anche attraverso i canali social del Distretto su Facebook e Twitter, oltre che sui profili ufficiali EXPO Tuscany. A chiudere la Settimana della Salute sarà il buon cibo, con un menù rigorosamente nutraceutico.
 
Info utili. Lo spazio del Fuori Expo Toscana, in via Daverio, presso i Chiostri dell’Umanitaria, è aperto tutti i giorni, dal martedì alla domenica, dalle ore 10.00 alle ore 23.00. Per info: fuoriexpo@toscanapromozione.it; hashtag #EXPOTuscany; sito web www.expotuscany.it.