Nuovo scontro sulle etichette a semaforo

Continua la diatriba tra l’Italia ed i sudditi di Elisabetta II sulla questione etichettatura degli alimenti.

Continua la diatriba tra l’Italia ed i sudditi di Elisabetta II sulla questione etichettatura degli alimenti. L'etichetta cosiddetta «a semaforo», adottata dal 98% della distribuzione in Gran Bretagna, «è in contraddizione con una scelta strategica europea, che è quella di spingere sulla qualità dell'agroalimentare rafforzando dop e igp».

Sono le parole, piccate, del ministro Maurizio Martina, pronunciate poche ore fa a Bruxelles, in occasione della presentazione dello studio di Nomisma, che verteva proprio sull'impatto, per le eccellenze italiane e il formaggio brie francese, dei bollini nutrizionali impiegati in Gran Bretagna. 

«Su questo fronte – ha detto Martina – abbiamo ricevuto il sostegno di Portogallo, Spagna, Romania, Cipro, Grecia e Slovenia. C'è una sensibilità anche da parte dei francesi, vedremo come questa si manifesterà».

Photo credit to improntaunika.it