Noi Italia 2014, lo stato di salute del Paese

L’Istat ha pubblicato on line “Noi Italia 2014” la sesta edizione del sistema informativo che raccoglie in 120 schede i diversi aspetti economici, demografici e ambientali del nostro Paese.

L’Istat ha pubblicato on line “Noi Italia 2014” la sesta edizione del sistema informativo che raccoglie in 120 schede i diversi aspetti economici, demografici e ambientali del nostro Paese.

Nel Rapporto Noi Italia dell'Istat si evidenzia anche che il 24,9% delle famiglie sono in disagio economico. In Italia una famiglia su quattro è in una situazione di ''deprivazione'' ovvero ha almeno tre dei 9 indici di disagio economico come ad esempio non poter sostenere spese impreviste, arretrati nei pagamenti o un pasto proteico ogni due giorni.

Inoltre sempre rispetto ai dati economici rilevati c’è anche la pressione fiscale, che continua a crescere in Italia e sfiora i livelli svedesi. Nel 2012 ha raggiunto il 44,1% (dal 42,5% nel 2011 e il 41,3% del 2000) a fronte del 44,7% in Svezia, dato in deciso calo dal 51,7% registrato nel paese scandinavo nel 2000.

L'Italia è fanalino di coda in Europa per competitivita' di costo delle imprese: ogni 100 euro di costo del lavoro – si legge nel Rapporto Istat Noi Italia – il valore aggiunto si attestava nel 2010, ultimo anno di confronto con l'Ue a 126,1%,dato peggiore in Ue, contro il 211,7% in Romania. Nel 2011 in Italia la competitivita' e' migliorata (128,5%). Nel 2013 il 43% degli italiani ha letto almeno un libro nel tempo libero. I lettori sono di piu' al Centro-Nord (49,5% contro il 30,7% del Mezzogiorno), mentre in un'ottica di genere le donne leggono piu' degli uomini (rispettivamente 49,3% e 36,4%). Gli argomenti trattati nelle schede infomative sono: Agricoltura e zootecnia, Ambiente ed energia, Assistenza e previdenza, Commercio estero, Condizioni economiche delle famiglie, Conti nazionali, Cultura comunicazione e tempo libero, Giustizia e sicurezza, Industria e costruzioni, Istruzione e formazione, Lavoro, Opinioni dei cittadini, Partecipazione sociale, Popolazione, Prezzi, Pubblica amministrazione, Salute e sanità, Servizi, Struttura e competitività delle imprese.