Molise, pubblicato il bando del programma di sviluppo rurale

Il Gal-Gruppo di azione locale molisano Innova Plus s.r.l. ha pubblicato un bando relativo alla misura 3.2.2 “Sviluppo e rinnovamento dei villaggi – Intervento A” e prorogato al 28 febbraio 2012 il termine per la presentazione delle domande di aiuto relative alla misura 2.2.7 “Sostegno agli investimenti non produttivi – Azione B”.

Il Gal-Gruppo di azione locale molisano Innova Plus s.r.l. ha pubblicato un bando relativo alla misura 3.2.2 “Sviluppo e rinnovamento dei villaggi – Intervento A” e prorogato al 28 febbraio 2012 il termine per la presentazione delle domande di aiuto relative alla misura 2.2.7 “Sostegno agli investimenti non produttivi – Azione B”.

Notizia importante per il mondo agricolo molisano. La misura 2.2.7 – Azione B permette la realizzazione di interventi su territori boscati, come la creazione e la sistemazione di sentieri, la ristrutturazione di bivacchi e rifugi forestali, la realizzazione di piazzole di sosta e altro, dove è prevalente o esclusiva la funzione pubblica del bosco. Tutto ciò finalizzato a favorire il ruolo multifunzionale delle aree forestali e il loro utilizzo a scopi ricreativi, turistici e sociali.

Possono accedere a tale misura i detentori di foreste e zone boschive e in particolare le autorità pubbliche (regione, comuni e loro associazioni), gli enti gestori di aree protette e i soggetti privati, presentando la domanda di aiuto entro il 28 febbraio 2012. La misura “3.2.2 – int. A” ha lo scopo di promuovere il recupero, la tutela e la valorizzazione del patrimonio immobiliare del mondo rurale, con finalità collettive, turistico-culturali e di servizio, in un’ottica di sviluppo delle zone rurali. Le strutture oggetto di interventi potranno essere destinate ad una serie di attività collettive quali: musei didattici (etnografico, storico, agricolo, naturalistico e delle arti e tradizioni contadine.

Collezione di attrezzi legati alla civiltà contadina del passato finalizzata a consentire la visita a scolaresche e a gruppi di studenti e far conoscere i diversi aspetti della vita lavorativa e produttiva del mondo contadino); poli botanici: (strutture con finalità didattiche, scientifiche, amatoriali e divulgative in campo botanico); presentazione e degustazione di prodotti biologici e/o tipici delle aziende agricole; percorsi guidati di interesse eno-gastronomico, storico-architettonico, naturalistico e/o collegati alla produzione agricola tipica; esercizio di arti e mestieri tradizionali; laboratori didattici; organizzazione di fiere e mercati specializzati sull'agricoltura; mostre fotografiche e di pittura; rappresentazioni della tradizione popolare; rievocazioni storiche degli usi e costumi del territorio; manifestazioni teatrali e musicali di promozione, della cultura e delle tradizioni locali.

Possono accedere al bando soggetti pubblici (Comuni, Consorzi di Comuni, Comunità Montane) e soggetti privati, proprietari/possessori degli immobili oggetto di intervento. L’aiuto per gli interventi previsti nel bando e attuati da soggetti pubblici o da soggetti privati con il vincolo di esclusiva funzione pubblica è pari al 100% dei costi ammissibili; l’intensità di aiuto scende al 40% nel caso della ristrutturazione di fabbricati destinati ad attività economiche. Gli interventi devono essere localizzati esclusivamente nei villaggi e/o borghi rurali, ovvero “Comuni e/o frazioni di piccole dimensioni, con un numero di abitanti non superiori a mille e rientranti nella classificazione di comuni rurali in base alla densità di popolazione inferiore a cento abitanti per chilometri quadrato. Sono assimilabili ai villaggi rurali anche frazioni, borghi (siti autonomi, delimitati fisicamente) dove esistono sistemi sociali organizzati”.

La domanda di aiuto deve essere inoltrata, entro e non oltre il termine di 120 (centoventi) giorni dal 16 dicembre 2011, data di pubblicazione del bando sul Bollettino ufficiale della Regione Molise. L’area di riferimento delle suddette misure coincide con l’area Leader del G.A.L. Innova Plus che comprende i seguenti comuni: Guglionesi, Larino, Acquaviva Collecroce, Bonefro, Casacalenda, Colletorto, Lupara, Mafalda, Montecilfone, Montelongo, Montorio nei Frentani, Palata, Rotello, Santa Croce di Magliano, San Giuliano di Puglia, Tavenna, Civitacampomarano, Ripabottoni, tutti in provincia di Campobasso.