Mare. Il Ministero Ambiente schiera flotta a difesa inquinamento coste

Una flotta di 35 navi contro l'inquinamento.

Una flotta di 35 navi contro l'inquinamento. È questa la rete di pronto intervento che il ministero dell'Ambiente schiera in difesa dei 7.500 chilometri di costa italiana con il nuovo contratto firmato con Castalia, il consorzio che fornisce il servizio. La rete di unita' impegnate nella lotta all'inquinamento del mare sara' presentata al ministro dell'Ambiente, Andrea Orlando, e alla stampa con un'esercitazione al largo di Civitavecchia in cui le navi Tito, Tirreno, Ecogiglio e Ievoleco simuleranno il controllo, l'isolamento e la raccolta di sostanze pericolose cadute in mare.

La flotta antinquinamento del ministero e' formata da 9 navi d'altura e da 26 navi costiere (piu' diversi battelli minori e di servizio) collocate nei principali porti italiani, negli scali a maggiore rischio di inquinamento e in prossimita' delle zone di mare piu' delicate dal punto di vista ambientale, come le riserve e le aree protette, spiega una nota del dicastero.

Le unita' sono dotate delle tecnologie piu' moderne ed efficaci, come speciali radar per individuare le macchie di inquinante sulla superficie del mare, algoritmi di calcolo e modelli di diffusione delle sostanze, dispositivi di assorbimento.