Marche: incontri per “sburocratizzare” l’artigianato

ANCONA – “Abbiamo organizzato una serie di incontri sul territorio con gli ordini professionali e le associazioni di categoria per illustrare le innovazioni introdotte dalla legge regionale 29 del 2011, che ha recepito la direttiva servizi, introducendo ulteriori semplificazioni amministrative.

ANCONA – “Abbiamo organizzato una serie di incontri sul territorio con gli ordini professionali e le associazioni di categoria per illustrare le innovazioni introdotte dalla legge regionale 29 del 2011, che ha recepito la direttiva servizi, introducendo ulteriori semplificazioni amministrative.

In particolare vengono snellite le procedure per le imprese artigiane e introdotto il sistema regionale degli Sportelli unici per le attività produttive. Si tratta di una riforma a costo zero, che alleggerisce i costi burocratici gravanti sull'impresa artigiana.

Ciò è particolarmente utile sia perché i costi burocratici hanno in genere un peso tanto maggiore quanto più ridotte sono le dimensioni d'impresa, sia perché nel nostro sistema produttivo l'artigianato è componente fondamentale.

A questo scopo è prevista l'istituzione di un Tavolo permanente di coordinamento del sistema dei Suap, cui parteciperanno le varie amministrazioni che intervengono nei procedimenti amministrativi”.

Così Sara Giannini, assessore alle Attività produttive, commenta il ciclo d'incontri sul territorio organizzato per divulgare le nuove semplificate procedure amministrative inerenti l'artigianato.