Mai più sprechi: a Roma risparmiati 420.000 litri di acqua in un anno

Pochi giorni fa la Capitale si è tinta di giallo. Centinaia di operatori della startup italiana Mister Lavaggio, indossando le loro divise gialle, hanno percorso le principali vie della città capitolina per sensibilizzare i cittadini romani sul corretto utilizzo dell’acqua ed esortarli a evitare inutili sprechi per il lavaggio dei veicoli.

Pochi giorni fa la Capitale si è tinta di giallo. Centinaia di operatori della startup italiana Mister Lavaggio, indossando le loro divise gialle, hanno percorso le principali vie della città capitolina per sensibilizzare i cittadini romani sul corretto utilizzo dell’acqua ed esortarli a evitare inutili sprechi per il lavaggio dei veicoli.

Ben 140 sono, infatti, i litri di acqua che si possono risparmiare per ogni singolo lavaggio auto e 600 se si tratta di camion. Tenendo conto che Roma è oggi al primo posto in Italia per il maggior numero di veicoli, con ben 1.758.890 auto che calcano i sampietrini (fonte: ACI – dati anno 2018), e che queste vengono lavate in media 5 volte l’anno, si stima un consumo di circa 1,2 miliardi di litri di acqua in un anno.

L’acqua del rubinetto e delle fontanelle pubbliche di città turistiche come Roma è potabile, pertanto è destinata al solo consumo umano e non va sprecata per attività come il lavaggio delle auto. Ecco perché chi fa uso dell’acqua pubblica per scopi non potabili va incontro a sanzioni fino a 500 euro.

In Italia si parla di uno spreco di acqua che si aggira sui 26 milioni di metri cubi all’anno per lavare le autovetturee in un Pianeta in cui circa 1 miliardo di persone non ha accesso all’acqua potabile, è bene impegnarsi per limitarne al massimo l’uso improprio. L’azienda innovativa Mister Lavaggio, fondata da 5 giovani imprenditori italiani, ha dato vita al primo sistema di lavaggio auto green “senza acqua”.

Mister Lavaggio, la startup del lavaggio auto a domicilio che si prenota via App, è approdata anche a Roma, dove nel 2018 ha permesso un risparmio idrico di circa 420 mila litri di acqua, lavando a secco 3.000 autovetture. Non solo, ha permesso anche di evitare la dispersione nell’aria di sostanze chimiche, grazie all’utilizzo esclusivo di prodotti green e di alta gamma.

Per continuare l’opera di sensibilizzazione dei cittadini romani, il 4 e 5 ottobre l’intera community di Washers (gli operatori del lavaggio auto) di Mister Lavaggio ha invaso il centro di Roma con azioni importanti volte a diffondere l’importanza della salvaguardia dell’ambiente e del risparmio d’acqua. Queste attività facevano parte del primo “Mister Lavaggio Community Day”, un’occasione per riunire i Washers, fare il punto sull'andamento del progetto, raccogliere feedback, presentare novità legate al servizio e non solo. L’evento è stato accompagnato da una campagna di comunicazione ed è stato possibile seguirlo sui principali social network tramite l’hashtag #MLDay19.

La mattinata del 5 ottobre il centro di Roma si è colorato di giallo. Partendo da Piazza di Spagna i Washers hanno regalato 280 bottigliette di acqua ai cittadini romani, pari al quantitativo di litri sprecati per ogni lavaggio auto tradizionale. “Lavando l’auto con Mister Lavaggio si risparmiano 140 litri d’acqua: questa è solo una piccola parte!” era il messaggio riportato sulle bottiglie e i volanti che sono stati distribuiti ai passanti.

I Washers sono stati poi protagonisti di un’azione di guerrilla marketing, trasformando lo stop al semaforo in un vero e proprio pit-stop. Muniti di palette “stop” & “go” e dei migliori prodotti ecocompatibili per la pulizia professionale dei vetri delle auto, gli operatori del lavaggio auto hanno fermato i sorpresi automobilisti romani, presentando il servizio di car wash waterless con un’approfondita pulizia del parabrezza in omaggio, regalando tempo ai conducenti e informandoli sul risparmio dell’acqua. Entrambe le azioni avevano lo scopo di sensibilizzare la società sulla salvaguardia dell’ambiente e sul risparmio d’acqua, che possono partire anche da piccole azioni come il lavaggio della propria auto.

Il nome dell’evento non è casuale, Mister Lavaggio non ha infatti introdotto solo un nuovo modo di ripristinare le auto, ma ha dato vita ad un nuovo modello di business, il Community Franchising. Tutti i membri possono contare sul supporto continuo dell’azienda e di tutti gli altri franchisee. Nonostante vivano e svolgano la propria attività sparsi in diverse città d’Italia, comunicano continuamente tra loro attraverso gli strumenti digitali che l’azienda mette a disposizione, scambiandosi esperienze, consigli e suggerimenti per migliorare l’attività.

A conclusione dell’evento è stata presentata in anteprima una straordinaria novità tecnologica che trasformerà totalmente l’approccio al servizio da parte dei clienti finali. Il lancio ufficiale avverrà nei prossimi giorni anche per il grande pubblico.