L’importanza di internet per fare la spesa

In Gran Bretagna, circa un terzo dei consumatori utilizza Internet prima di andare a fare la spesa, con l'obiettivo di individuare quali negozi offrono le migliori offerte alimentari. Nel 2012, tale percentuale era del 6% solamente.

In Gran Bretagna, circa un terzo dei consumatori utilizza Internet prima di andare a fare la spesa, con l'obiettivo di individuare quali negozi offrono le migliori offerte alimentari. Nel 2012, tale percentuale era del 6% solamente. Il dato è stato reso noto da IGD ShopperVista. La percentuale di questi scaltri e prudenti consumatori aumenta fino al 41% per i soggetti appartenenti alla fascia d'età 18-24 e sfiora quasi il 50% per gli acquirenti che hanno bambini sotto i cinque anni.

La ricerca condotta da IGD ShopperVista ha riscontrato anche che gli acquirenti usano la tecnologia per trovare idee culinarie con quasi la metà (47%) che riferisce di ricercare anche ricette online mentre il 23% guarda i programmi di cucina mediante smartphone, tablet o computer. Ottenere il miglior rapporto qualità-prezzo continua ad essere fondamentale per gli acquirenti.

Un terzo di loro (32%) riferisce che gli piacerebbe ricevere un messaggio informativo delle offerte sul cellulare ogni volta che passa da un punto vendita alimentare. Un quinto (19%) degli acquirenti utilizza siti di comparazione dei prezzi quando deve fare la spesa. Quando gli acquirenti utilizzano la tecnologia per i loro acquisti alimentari, il 74% di essi riferisce di risparmiare tempo; il 69% dice di risparmiare denaro e il 49% sostiene che ciò li aiuta a seguire un'alimentazione più salutare.

Joanne Denney-Finch, amministratore delegato di IGD ha riferito: "La vendita online di alimenti e beni di consumo sta crescendo ad una velocità vertiginosa. La tecnologia sta dando potere alle persone, cambiando profondamente le loro abitudini d'acquisto. Fin dall'inizio della recessione, gli acquirenti sono diventati molto più scaltri, trovandosi a ricercare regolarmente le offerte migliori. Ora, questi comportamenti sono diventati molto più radicati e fanno parte della routine quotidiana per molti consumatori. La tecnologia permette alle persone di ricercare le offerte in maniera semplice, attraverso Internet, con un notevole risparmio di tempo."

"I consumatori stanno diventando anche più entusiasti circa l'utilizzo della tecnologia per i loro acquisti alimentari, sia che si tratti di trovare ricette, guardare programmi culinari online, selezionare accuratamente le offerte o ordinare la spesa settimanale. Infatti, prevediamo che, nel Regno Unito, la vendita alimentare online continuerà ad aumentare rapidamente e raddoppiare fino ad arrivare a 14,6 miliardi di sterline (17,130 miliardi di euro, ndt) entro il 2018, dal suo valore attuale di 6,5 miliardi di sterline (7,626 miliardi di euro, ndt)." "Questa si presenta come una grande opportunità per l'industria alimentare e dei beni di consumo e tutte le società che stanno cercando di accrescere le loro capacità di vendita online devono assicurarsi che i consumatori siano il punto focale di ogni loro azione."