Le nuove stime relative alla produzione di semi oleosi nell’UE a 28

Le nuove stime relative ai semi oleosi nell'UE a 28 per la campagna di commercializzazione 2014/2015 pubblicate oggi dal Copa-Cogeca indicano buone prospettive di mercato e buone condizioni delle semine d'inverno. L'annuncio è stato fatto dal gruppo di lavoro "Semi oleosi e colture proteiche" del Copa-Cogeca.

Le nuove stime relative ai semi oleosi nell'UE a 28 per la campagna di commercializzazione 2014/2015 pubblicate oggi dal Copa-Cogeca indicano buone prospettive di mercato e buone condizioni delle semine d'inverno. L'annuncio è stato fatto dal gruppo di lavoro "Semi oleosi e colture proteiche" del Copa-Cogeca.

Nel corso della riunione, numerosi Stati membri hanno riferito che le colture sono in buono stato grazie a un inverno mite e alle buone condizioni delle semine invernali. Anche se la stagione di crescita è ancora agli inizi, le colture sembrano essere in ottime condizioni e il Copa-Cogeca prevede un buon raccolto per il 2014. In particolare, si prevede che la produzione di colza nell'UE a 28 rimanga ad un livello elevato di circa 21 milioni di tonnellate con un aumento delle superfici dell'1,7% rispetto all'anno scorso.

Quindi i produttori europei dovrebbero fornire un buon raccolto e panelli a sufficienza per gli allevatori europei riducendo l'impatto di eventuali riduzioni della produzione nell'emisfero Nord e Sud. Il presidente del gruppo Gerard Tubery è lieto delle buone prospettive di mercato evidenziando che rispetto all'anno precedente si prevede un aumento del 2,2% della superficie totale di semi oleosi per l'UE a 28.

Egli ha anche accolto con favore il fatto che il gruppo consultivo "Cereali e oleoproteaginose" sia andato avanti oggi nella creazione di uno strumento di monitoraggio per le colture proteiche e vegetali nell'UE a 28 che permetterà di avere una visione più chiara della dipendenza dell'UE dalle importazioni e di capire meglio il mercato. Questo strumento può anche essere utilizzato per valutare l'impatto diretto o indiretto delle politiche dell'UE, come la politica sui biocarburanti, sulla produzione agricola europea.