Le bevande energetiche rovinano i denti?

Consumare bevande energetiche, cioè quelle bibite colorate contenenti sostanze stimolanti (ad esempio i cosiddetti “sport drink” usati dagli sportivi per reidratarsi dopo l’esercizio fisico) rischia di rovinare in maniera irreparabile lo smalto dei denti.

Consumare bevande energetiche, cioè quelle bibite colorate contenenti sostanze stimolanti (ad esempio i cosiddetti “sport drink” usati dagli sportivi per reidratarsi dopo l’esercizio fisico) rischia di rovinare in maniera irreparabile lo smalto dei denti.

Ad affermarlo è una ricerca statunitense condotta da scienziati della Southern Illinois University e pubblicato su “Academy of general dentistry”. Le affermazioni dello studio sono impietose: lo smalto verrebbe eroso in modo irreversibile dagli acidi contenuti nelle bibite. Dopo appena cinque giorni di assunzione continuativa delle bevande, sarebbe inconvertibile il processo di danneggiamento dello smalto dei denti che, una volta consumato, non si riforma più, esponendo così i denti a tutti i rischi del caso, dall’ipersensibilità alla carie.

Nella divulgazione dei risultati, i ricercatori americani sono molto decisi nel definire l’assunzione di tali bibite “un bagno nell’acido per i nostri denti”. Una tesi giustificata, almeno a parere degli esperti, dal preoccupante aumento del consumo di bevande energetiche e sportive tra i giovani americani: si è passati dal 30 al 50% di consumo giornaliero per le energy drink e addirittura al 62% per le bevande sportive.

I ricercatori hanno analizzato i livelli di acidità di tredici “sport drink” e di nove “energy drink”, immergendo campioni di smalto dentale umano prima in ognuna delle bevande per quindici minuti e poi nella saliva artificiale per le successive due ore. Il ciclo è stato quindi ripetuto per quattro volte nel corso della giornata e per cinque giorni di fila, lasciando i campioni utilizzati per il test nella saliva artificiale durante il periodo di riposo. Le conseguenze? I danni allo smalto erano evidenti ed irreversibili già dopo soli cinque giorni “di bevute”.

Le bevande energetiche possono potenzialmente causare il doppio dei danni allo smalto rispetto a quelle sportive. “Questo tipo di esperimento ha simulato la stessa esposizione a cui una larga fetta di adulti e giovani americani sta regolarmente sottoponendo i propri denti quando beve queste bibite, credendo che così facendo migliorerà le prestazioni sportive e il livello di energia – sottolinea il dottor Poonam Jain, fra i firmatari della ricerca.

“In realtà, queste persone sarebbero a dir poco scioccate se sapessero che stanno facendo un bagno di acido ai loro denti”.