La V Settimana della cucina italiana nel mondo

Quest’anno V edizione, per forza di cose virtuale. Viaggiatore al centro del progetto organizzato dall’Enit

Più di 100 eventi con viaggi premio in Italia offerti da Enit, incontri con chef importanti, influencer e divulgatori del settore, live show in streaming, trasmissioni tematiche, oltre a quiz su food e luoghi turistici a cui rispondere per vincere premi enogastronomici e ancora concorsi realizzati con le Ambasciate per la realizzazione di piatti italiani tipici in collaborazione con Il Gambero Rosso.

Sono alcuni degli appuntamenti messi in campo da Enit- Agenzia Nazionale del Turismo Italiano. che porta il mondo a lezione di cibo e felicità radunandolo attorno ad “una tavola ideale” per la V edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo dal 23 al 29 novembre con centinaia di iniziative organizzate dalle 28 sedi dell’Agenzia Italiana del Turismo. Un appuntamento consolidato in base al piano annuale dell’ente che ha da poco festeggiato i suoi 101 anni, e ideato, realizzato e coordinato dalla Farnesina con Mise, Mipaf, Miur, Mibact, enti, associazioni e istituzioni che promuovono l’Italia a livello globale.

L’attenzione è puntata sul patrimonio enogastronomico italiano, ricchezza diffusa nei territori e nei piccoli borghi del Belpaese e tra i principali attrattori di turismo in Italia, come raccontano diverse ricerche dell’Ufficio Studi Enit. Un turismo che, nel Belpaese fino ad ottobre 2019 ha generato introiti per 354,5 milioni di euro nel 2019, con un aumento del +17,0% sul 2018. Per oltre 1,4 milioni di viaggiatori (+29,9%) si rilevano circa 3,4 milioni di pernottamenti (+30,2%). Il turista è sempre più protagonista dell’esperienza della vacanza, che peraltro si basa sulla sostenibilità, attraverso la consapevolezza che il proprio divertimento ha fatto del bene alla destinazione e non ne ha consumato la qualità ambientale, sociale ed economica.

Al centro delle iniziative anche l’unicità dei prodotti e degli ingredienti originali italiani, a partire da quelli Dop e Igp come anche le peculiarità delle produzioni meno note e dell’offerta vitivinicola nazionale con il coinvolgimento anche chef del calibro di Bottura. Enit-Agenzia Nazionale del Turismo ha abbracciato la mission e prosegue anche quest’anno l’educational tour virtuale per diffondere le bontà e la cultura del cibo ed esportare il made in Italy a tavola, nutrendo l’immagine della Penisola nei mercati internazionali. Il ciclo di eventi tematici ideati da Enit crea una rete di salvaguardia dei prodotti italiani e consente di valorizzazione le eccellenze del territorio in una sinergia che coinvolge l’industria culturale nazionale. 

Chef stellati, mostre e masterclass virtuali sui prodotti tipici regionali, show cooking in video streaming per esperienze sensoriali nell’enogastronomia italiana. La strategia di branding e visual di Enit per la Settimana della Cucina Italia nel Mondo vede l’Agenzia impegnata anche con adv branding con contenuti specifici sul food. Inoltre, per l’occasione, l’Agenzia ha predisposto un nuovo progetto di digital marketing secondo un approccio glocal con attività social-digital coordinate dalla sede centrale e implementate localmente dalle sedi estere. Eventi che puntano a mantenere vivo l’interesse per la Penisola e l’identità radicata dei suoi prodotti gastronomici simbolo di cultura e valorizzazione sociale. In allegato l’elenco degli eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
27 − 12 =