La Sardegna brucia

Alte temperature, il caldo e il vento di questi giorni alimentano le fiamme in Sardegna, Laconi con 150 famiglie evacuate, ancora fuoco a Isili, Ghilarza, Samugheo, Allai. 1400 ETTARI bruciati tra Isili e Laconi.

Alte temperature, il caldo e il vento di questi giorni alimentano le fiamme in Sardegna, Laconi con 150 famiglie evacuate, ancora fuoco a Isili, Ghilarza, Samugheo, Allai. 1400 ETTARI bruciati tra Isili e Laconi.

La Sardegna paga lo scotto dell'isola dimenticata e lontana, i mezzi aerei costretti a fare da spola. Nonostante le tantissime persone a terra, forestali, ente foreste, vigili del fuoco e volontari della protezione civile e persone del luogo, il fuoco avanza spinto dal forte vento, rendendo difficile ogni intervento, lavoro massacrante ore e ore notte e giorno in terreni impervi e resi pericolosi dalle fiamme.

La Sardegna ha bisogno di un proprio apparato aereo per gli incendi che operino nell'isola e solo per l'isola. Lo stato dovrebbe valutare bene le spese mirate per altri tipi di aerei, dovrebbe rinforzare la flotta per l'antincendio. Il lavoro del personale a terra in queste situazioni straordinarie è impossibilitato a debellare le fiamme, più delle volte deve operare anche con mezzi e attrezzature obsolete motivato dalla crisi generale che attanaglia tutti e tutto, e purtroppo troppe volte si rischia anche la vita, in questi giorni sono 4 le persone ferite gravemente.

La Sardegna è un bene nel mondo, un piacevole regalo per tutti; perdere un solo pezzo del suo patrimonio naturale è tornare indietro nel tempo dell'ignoranza. Oggi esistono i mezzi per arginare al più presto la piaga degli incendi, basta volerlo.

Vorrei ricordare gli anni 80, quando la Nato con i suoi aerei interveniva ogni volta che le fiamme interessavano le zone delle proprie basi come i ponti radio e antenne,aerei che si incrociavano nel cielo rilasciando un mare di liquidi ritardanti, interventi mirati e precisi con risultati immediati, forse un ponte radio era più importante di un bosco secolare, o della vita della gente. La bellezza naturale della Sardegna è unica, forse non la più bella ma unica nel suo essere.

 

foto di Eligio Mariano Testa, Unaat Sardegna