La cozza di Scardovari diventa dop

La cozza di Scardovari è il primo mollusco bivalve italiano ad ottenere la denominazione di origine protetta.

La cozza di Scardovari è il primo mollusco bivalve italiano ad ottenere la denominazione di origine protetta. L’Unione europea ha dato il via libera all’iscrizione nel registro delle Dop e Federcoopesca-Confcooperative precisa che è ”un riconoscimento atteso e meritato per un prodotto simbolo del delta palesano raccolto da circa 350 addetti in 30 mila quintali ogni anno”.

La procedura europea, fa sapere l’associazione, era partita qualche anno fa con la richiesta di riconoscimento presentata dal Consorzio cooperative Pescatori di Scardovari aderente alla federazione. Tre le motivazioni che hanno portato a questo riconoscimento, sottolinea la Federcoopesca, la dolcezza e la tenerezza delle carni e la resa del prodotto. Ogni cozza, infatti, garantisce almeno il 25% di carne rispetto al peso totale del prodotto.