La campagna per il riutilizzo dell’albero di Natale

E' iniziata da qualche giorno presso la grande catena Ikea la vendita dell’albero di Natale. Il nostro amico verde ci terrà compagnia, come tradizione vuole, per tutta la durata delle feste. E poi? Poi si pone un problema. Molto spesso gli alberi, sottratti al loro habitat, muoiono presto causando anche interrogativi sul loro smaltimento.

E' iniziata da qualche giorno presso la grande catena Ikea la vendita dell’albero di Natale. Il nostro amico verde ci terrà compagnia, come tradizione vuole, per tutta la durata delle feste. E poi? Poi si pone un problema. Molto spesso gli alberi, sottratti al loro habitat, muoiono presto causando anche interrogativi sul loro smaltimento. Ed ecco una soluzione; riconsegnandolo all'azienda svedese tra il 4 e il 12 gennaio 2014 insieme allo scontrino, i clienti riceveranno un buono di importo pari al prezzo di acquisto, spendibile nei negozi Ikea in Italia dal 13 gennaio al 2 febbraio 2014.

Per ciascun albero restituito, l'azienda donerà €2 al WWF per sostenere l’oasi “ Cratere degli Astroni”, un vero paradiso di natura nel cuore di Napoli. Si tratta di una Riserva Naturale dello Stato, risalente all’epoca borbonica, unica nel suo genere: è il cratere di un antico vulcano che ospita una delle ultime foreste mediterranee a farnia dell’Italia meridionale. A causa della fragilità dell’ambiente naturale sono stati registrati diversi crolli di alberi vetusti. La donazione supporterà la realizzazione di un piano di conservazione forestale, attraverso azioni e misure concrete per migliorare la salute del bosco e delle tante specie che lo popolano.

I clienti potranno decidere di sostenere ulteriormente il progetto donando €2, che saranno scalati dal valore del buono acquisto ( €12.99 invece di €14.99). Negli ultimi nove anni i clienti IKEA hanno restituito più di 150.000 alberi, che sono stati trasformati in fertilizzante naturale o utilizzati per la produzione di pannelli truciolari. Lo scorso anno, più del 50% degli alberi acquistati è stato riconsegnato dai clienti, il 33% dei quali ha deciso di donare gli ulteriori €2, permettendo così un finanziamento di oltre €47.000 al WWF a sostegno degli Orsi Bruni Marsicani.