Italia ancora indietro negli acquisti online

Tra gli Stati membri con le quote più elevate di acquirenti online spicca il Regno Unito (82 % degli utenti di internet compie acquisti online), seguito da Danimarca e Svezia (entrambe 79 %), dalla Germania (77 %), dal Lussemburgo (73 %) e dalla Finlandia (72 %). Per contro la più bassa quota di utenti che comprano online si riscontra in Romania (11 %), Bulgaria (17 %), Estonia e Italia (entrambe 29%).

Tra gli Stati membri con le quote più elevate di acquirenti online spicca il Regno Unito (82 % degli utenti di internet compie acquisti online), seguito da Danimarca e Svezia (entrambe 79 %), dalla Germania (77 %), dal Lussemburgo (73 %) e dalla Finlandia (72 %). Per contro la più bassa quota di utenti che comprano online si riscontra in Romania (11 %), Bulgaria (17 %), Estonia e Italia (entrambe 29%).

Nell’UE 28 (inclusa quindi la Croazia) , secondo l’indagine pubblicata dall’ufficio statistico dell’Unione europea Eurostat in occasione della settimana dedicata allo “Shopping online” (dal 14 al 20 ottobre 2013) nel contesto dell’Anno europeo dei cittadini 2013, gli acquisti online più diffusi tra gli utenti di internet sono stati capi di abbigliamento e articoli sportivi nonché prenotazioni di viaggi e vacanze online.

Per entrambi i settori un terzo degli utenti Internet ha infatti acquistato online negli ultimi 12 mesi (il 32 % nel 2012 rispetto al 21 % nel 2008). Quasi un quarto degli utenti Internet nell’UE 28 ha riferito di avere acquistato su internet libri, riviste o materiale di e-learning (il 23 % nel 2012 rispetto al 19 % nel 2008), mentre meno di un utente di Internet su dieci ha ordinato cibo e generi alimentari online (il 9 % nel 2012 rispetto al 6 % nel 2008). Sempre secondo l’indagine, gli Italiani ricorrono invece ancora poco agli acquisti online, anche se la tendenza è in lenta crescita: dal 2008 al 2012 infatti la percentuale di acquisti online è aumentata per l’abbigliamento (dal 6 all’8 %), i viaggi e gli alloggi (dal 9 al 14 %), i libri e il materiale formativo (dal 7 all’8 %) e per i prodotti alimentari (dall’1 al 2 %).

Nel 2012 il Regno Unito (51 %) e la Germania ( 49 % ) sono stati gli Stati membri con la più alta percentuale di utenti internet che hanno acquistato vestiti e articoli sportivi online. La Svezia ha avuto invece la più alta percentuale di utenti che hanno prenotato viaggi e vacanze online (60 %), seguita dalla Danimarca (56 %). Per l’acquisto online di libri, riviste o materiale di e-learning primeggiano Lussemburgo (47 %) e Germania (41 %), mentre il Regno Unito è stato il primo Stato membro per acquisto di prodotti alimentari online (21 %, a fronte del 10% o meno nella maggior parte degli altri Stati membri).