Incontro sulla fragola

Lo scorso giovedì, presso la sede della Camera di Commercio di Salerno si è tenuto il gruppo di contatto misto ispano-franco-italiano sulla fragola.

Lo scorso giovedì, presso la sede della Camera di Commercio di Salerno si è tenuto il gruppo di contatto misto ispano-franco-italiano sulla fragola. L'evento, organizzato dal Mipaaf in collaborazione con la Camera di Commercio di Salerno ha visto la partecipazione di Freshuelva (rappresentata da Rafael Dominguez Guillen) e Fepex (Jose Maria Pozanco) per la Spagna, la AOPN Fraise per la Francia (rappresentata da Xavier Mas), il Mipaaf e tutte le maggiori organizzazioni di categoria per l'Italia.

Per l'Unaproa era presente Stefano Franzero, mentre per la Camera di commercio di Salerno ha presieduto Pietro Caggiano (con delega all'agricoltura). I numeri presentati dai relatori evidenziano la leadership produttiva della Spagna con i suoi 6.800 ettari di superficie investita (300.000 tonnellate attese per quest'anno), contro i 3.600 dell'Italia, che rimane comunque il secondo produttore di fragole europeo.

Alla regione Campania va il primato di primo produttore italiano con 890 ettari, di cui 871 in coltura protetta. Guardando alle medie del periodo 2007-2011, il 76% dell'export italiano di fragole è diretto in tre paesi: Germania (che assorbe il 44% del totale), Austria (17% del totale) e Svizzera (16%). Le esportazioni italiane sono altamente concentrate nel secondo trimestre dell'anno, da aprile a giugno (85% nel 2011). Rispetto al 2011, le esportazioni 2012 hanno registrato un aumento dell'8% in termini di volume (18.730 ton contro 17.272) e dell'1% in termini di valore (42,2 mln euro contro 41,7).

Il livello di aggregazione del settore mostra notevoli differenze fra le varie nazioni; l’esempio francese è sicuramente il più virtuoso e da prendere a modello con oltre il 40% aggregato (19.000 tonnellate). Sono seguiti poi gli interventi del prof. Walter Faedi per ciò che riguarda la mappa varietale della produzione italiana e quelli di Roberto Cherubini (funzionario Mipaaf) sulla situazione relativa alla OCM-Organizzazione comune di mercato per l'ortofrutta e di Egidio Sardo (Ismea) circa tutti gli strumenti messi a disposizione dall'ente di interesse per i produttori italiani di fragole.